I farmaci falsi venduti e acquistabili sul web sono un fenomeno ormai alquanto diffuso. Spesso chi acquista non si ferma a riflettere abbastanza su cosa sta acquistando, mettendo spesso a repentaglio la propria salute. Ci si lascia attrarre dal prezzo e dal prodotto, che spesso viene spacciato come miracoloso.

Secondo i dati resi noti durante il convegno Contraffazione, un virus da estirpare promosso da Federfarma Servizi e in collaborazione con la Società Italiana di Urologia, tra i farmaci falsi venduti sul web vi sarebbero soprattutto quelli che promettono di aiutare concretamente coloro che soffrono di disfunzioni sessuali (disfunzione erettile, in particolare). Almeno 7 farmaci contraffatti ogni 10 riguarderebbero proprio la sfera dei problemi sessuali maschili.

Oltre a tale tipologia di farmaci, l’aspetto inquietante della faccenda è che tra i farmaci finti venduti online vi sarebbero anche rimedi spacciati come farmaci adatti per curare il cancro oppure anabolizzanti potenzialmente assai pericolosi. Il fenomeno è ancor più di difficile monitoraggio perché spesso tali farmaci vengono acquistati per vie non ufficiali.

La pericolosità di tali presunti rimedi, sta soprattutto nel fatto che possono risultare molto dannosi per la salute e comportare conseguenze gravi e irreversibili (anche la morte a volte). Non si è certi delle sostanze che li compongono e quasi mai il principio attivo è presente nella giusta dose. Senza contare che almeno il 25 per cento di tali farmaci falsi non contiene affatto il principio attivo.