La faringite, chiamata comunemente “mal di gola”, è un’infiammazione della faringe, cronica, che provoca difficoltà nel deglutire e talvolta può essere accompagnata da tosse e secrezioni catarrali.

CHE FARE IN CASO DI MAL DI GOLA

Cercate di dormire a sufficienza. Usate posate personali per evitare di diffondere i germi e contagiare altre persone. Mantenete umida l’aria della stanza, meglio se con appositi apparecchi umidificatori. Evitate il consumo di bevande alcoliche perché accrescono i sintomi del disagio.

RIMEDI ERBORISTICI

Per favorire la guarigione della gola come prevenzione, assumete 15-30 gocce di estratto fluido di propoli diluito in acqua, 2-3 volte al giorno. Per dare sollievo, utilizzate uno spray orale alla propoli: 1-2 nebulizzazioni da ripetere 3-4 volte al giorno. Assumete come antinfiammatorio Ribes nigrum, macerato glicerico, 80 gocce 2 volte al giorno per una settimana. Nel caso di recidive che si accompagnano a problemi di respirazione, assumete il macerato glicerico di Carpinus betulus, 25-50 gocce 2-3 volte al giorno, a seconda delle condizioni in cui vi trovate. Abbinate l’assunzione di 1-2 capsule al giorno di echinacea. Per attenuare il dolore è indicato un infuso di salvia: versate su 3-5 foglie di salvia una tazza di acqua bollente; lasciate in infusione per 5-10 minuti, quindi filtrate; bevetene 3-4 tazze al giorno.

INTEGRATORI

  • Acidophilus, 1-2 bustine al giorno, oppure in compresse o flaconcini, meglio se in abbinamento a fibre prebiotiche e vitamine del gruppo B. Aiuta a mantenere un sano equilibrio della flora intestinale. È necessario se si assumono antibiotici.
  • Vitamina C, 2-4 compresse al giorno da sciogliere in bocca. Ha proprietà antivirali e rivitalizzanti.

RIMEDI OMEOPATICI

Se la gola brucia ed è infiammata a causa di esposizione al freddo o al vento potete prendere Dulcamara  nordici H, 3 granuli ogni 2 ore, fino a un massimo di 10 dosi. Se il mal di gola è dovuto all’esposizione a tempo umido e freddo o si è manifestato dopo un forte spavento, utilizzate Aconitum 30 CH, 3 granuli 3 volte al giorno, fino al miglioramento. In presenza di secchezza della gola e dolore intenso quando si deglutisce, utilizzate Belladonna 7CH, 3 granuli 3 volte al giorno, fino al miglioramento. Quando la faringe e le tonsille sono di un colore rosso intenso, vi è dolore a deglutire che si irradia fino alle orecchie e si sente il bisogno di liquidi freddi o ghiacciati, prendete Phytolacca 7CH, 3 granuli 3 volte al giorno, sino al miglioramento.

AROMATERAPIA

Per massaggi o applicazioni sulla gola e sul petto, si consiglia di preparare una miscela con 3 gocce di olio essenziale di sandalo, una di eucalipto, una di menta piperita in 15 ml di olio di mandorle dolci.

[Attenzione: I rimedi naturali e omeopatici indicati in questi articoli non sono da intendersi come cure medicinali: le dosi e le formule consigliate sono frutto di combinazioni che possono variare a seconda della condizione soggettiva e la loro efficacia dipende dalla sensibilità personale del paziente. Prima di procedere con l'inizio di una cura, se non siete già esperti, consultatevi con un naturopata, un erborista o un omeopata di fiducia che si accerti che non vi siano controindicazioni alla cura. Se il problema persiste o se i sintomi peggiorano, rivolgetevi subito a un medico.]