C’è  sempre un po’ di apprensione quando il dentista ci comunica che il dente del giudizio necessita un’estrazione. Vediamo, dunque, in cosa consta la procedura. In primo luogo il dentista procederà a un’anestesia locale, si avvertirà una piccola pressione sulla gengiva. Qualche attimo di stordimento è naturale e passa in fretta.

Successivamente, il medico provvederà all’estrazione: non sentirete alcun dolore e la procedura durerà circa 15 minuti, a seconda di quanto è complicata l’estrazione. L’odontoiatra applicherà in loco del cotone sterile onde verificare il tipo di sanguinamento: se eccessivo applicherà dei punti che saranno rimossi qualche giorno dopo.

Nelle ore successive, è importante mangiare cibi freddi, sciacquare con acqua e sale la bocca, utilizzare collutorio all’occasione e, sicuramente, il medico prescriverà degli antibiotici che vanno assunti rigorosamente ogni otto ore, al fine di evitare complicanze legate all’estrazione del dente del giudizio (se vuoi saperne di più su altre procedure odontoiatriche clicca qui).

photo credit: Vox Efx via photopin cc