Quello che conta nel processo di dimagrimento non è tanto il tipo di esercizio fitness ma il modo in cui viene eseguito. A proposito del metodo esistono due distinte scuole di pensiero: Fare attività aerobica a basso impatto e per un tempo prolungato o fare delle ripetute ad alta intensità con brevi recuperi (di solito 30 secondi di esercizio al massimo e 15 secondi di recupero per almeno 10 o 15 volte). Per ottenere il massimo dal nostro corpo è consigliabile integrare i due metodi.

Nel caso in cui non ci si alleni da molto, sarà importante all’inizio costruire la capacità di lavoro, ovvero la capacità di sostenere un lavoro per un tempo sufficiente a innescare dei cambiamenti nel nostro corpo. Per non stressarsi troppo all’inizio le sedute saranno lunghe ma di intensità bassa. Andando avanti con gli allenamenti il tempo di recupero si abbassa e l’intensità si alza, diminuendo il tempo totale di allenamento.

Premesso tutto ciò andiamo a vedere quali sono gli esercizi fitness più indicati per dimagrire ed aggiungere anche un po’ di massa magra, che dona quell’aspetto tonico al corpo e rinforza l’impatto visivo di un fisico ben modellato. Si parla di esercizi eseguibili a corpo libero, senza l’ausilio di particolare attrezzatura.

Esercizi Fitness per Dimagrire: i migliori

Correre e saltare
Il semplice correre è un attività estremamente economica che permette di sviluppare una buona resistenza cardiocircolatoria e diminuire la massa grassa. Si può passare, con l’evolversi dell’allenamento, da una corsa a ritmo costante ma leggera a scatti sulle brevi distanze intervallati da pause attive (come la camminata). In questo modo è possibile bruciare grasso e mantenere la massa magra. All’inizio si può correre per 20/ 30 minuti, incrementando di 5 minuti ogni settimana, quando si arriva a 50 minuti è possibile iniziare a diminuire il tempo (es: 40 min) ma correndo ad un’intensità più alta. In alternativa, nel caso in cui non si disponga di un location adatta, saltare a corda sul posto (stile pugile) può essere una valida alternativa “cardio” alla corsa.

Affondi e Piegamenti
Affondi sulle gambe seguiti dai piegamenti sulle braccia a terra. Esercizi in “superserie“, da eseguire in sequenza, senza pausa tra i due. Gli affondi consistono nel portare una gamba verso dietro e piegarle entrambe abbassandosi, fino a quando il ginocchio della gamba arretrata non tocca terra, a quel punto si può tornare in posizione verticale e fare lo stesso movimento con l’arto opposto.

affondi

Per eseguire i piegamenti a terra (le cosiddette “flessioni” da Marines) stendersi sul pavimento in posizione prona (a pancia in giù), appoggiare i palmi delle mani vicino al busto, all’altezza dello sterno e spingersi su, tenendo le gambe dritte, fino alla completa distensione delle braccia, facendo attenzione a tenere sempre il petto in fuori durante tutta la durata dell’esercizio: le scapole devono essere sempre molto vicine tra di loro. Se non si riesce ad eseguire un piegamento completo è possibile, all’inizio, fare l’esercizio stando sulle ginocchia. Per un allenamento dimagrante vanno fatte serie da almeno 30 secondi di accosciata, 20 secondi di piegamenti e 20 secondi di recupero. Per almeno 8 o 9 serie a sessione.

In conclusione va detto che prima di intraprendere un allenamento ad alta intensità è importante sottoporsi a visita medica completa per escludere la presenza di patologie all’apparato cardiovascolare e muscolo-tendineo. Inutile ricordare che il dimagrimento si ottiene anche grazie ad una dieta equilibrata e priva di “cibo spazzatura”.