L’ernia cervicale è facilmente riconoscibile dai sintomi, poiché il dolore che colpisce il collo risulta essere insopportabile: questo sintomo, che è anche quello più forte, se così può esser definito, non è il solo, ed ovviamente non permette al medico, né tanto meno al paziente di riconoscere questo tipo di disturbo veramente fastidioso ed insopportabile.

Al contrario: il solo dolore al collo tende a far confondere l’ernia cervicale con l’artrosi cervicale, altro disturbo comune ma completamente differente: in questo caso infatti, i dischi vertebrali tendono a consumarsi, mentre nel caso dell’ernia cervicale, i dischi sono schiacciati, ma ancor in buono stato, cosa che genera un comunque fastidio e dolore.

Il solo dolore al collo quindi non è il solo sintomo che permette di identificare l’ernia cervicale, e che permette anche di distinguerla dall’artrosi: quali sono quindi tutti gli altri sintomi che rendono riconoscibile l’ernia cervicale?

Il primo di questi sintomi, subito dopo il classico dolore al collo, è un fortissimo dolore al braccio, che solitamente combacia con quello che si trova nella direzione dove momentaneamente si è impossibilitati a voltarsi: ad esempio, se l’ernia cervicale non permette al paziente di potersi girare a sinistra, il braccio che farà male sarà proprio quello sinistro, e nel peggiore dei casi, può succedere che anche le gambe siano doloranti e colpite da fastidiosi formicolii di intensità differente.

Oltre al forte dolore a collo e braccio, con impossibilità di muovere il collo o di alzare il mento, il paziente potrebbe sentire la sensazione di nausea e di avere capogiri: come per altri malesseri, queste due sensazioni sono conseguenze del forte dolore che si sente, il quale potrebbe rendere irritabile una persona e privarla dell’appetito. Da non sottovalutare come sintomo anche un forte mal di testa.

Inoltre, un forte irrigidimento dei muscoli delle spalle potrebbero comparire e far capire a chi ne soffre di avere un’ernia cervicale.

Ma cosa causa tutto questo malessere e lo svilupparsi di questa patologia?

Le motivazioni generalmente sono solo due: si potrebbe trattare del classico colpo di frusta, che potrebbe derivare da un incidente o da una forte botta, oppure potrebbe trattarsi di uno sforzo eccessivo, che momentaneamente blocca il collo di una persona e gli va sviluppare l’ernia cervicale.

photo credit: The Bode via photopin cc