Capita molto spesso, quando si va in vacanza al mare, di rimanere troppo tempo sotto il sole, magari addormentandosi, rimanendo così esposti per troppo tempo sotto i dannosi raggi UV, magari anche con una protezione solare non adeguata, troppo bassa. Per questo motivo può capitare che inizino a comparire sul corpo il classico eritema solare.

Questo si manifesta come una vera e propria ustione di primo o di secondo grado i cui sintomi non si notano sin da subito ma tendono a comparire parecchie ore dopo l’esposizione al sole: in genere questo avviene entro le 6-12 ore e può causare oltre ai classici rossori anche dai più piccoli sfoghi fino alla fuoriuscita di vere e proprie bolle e vescicole che causano insopportabili pruriti.

Ogni volta che si incorre in questo spiacevole inconveniente, che molto spesso può rovinare parte di una tanto attesa vacanza, è sempre bene ricorrere a dei pronti rimedi, in particolar modo risultano essere particolarmente efficaci anche quelli di origine naturale. Ecco quindi quali sono i rimedi naturali più indicati per l’eritema solare.

Eritema solare: rimedi naturali

Quando si parla di mare e scottature sono moltissimi i rimedi naturali che possono correre in proprio aiuto per alleviare tutti i sintomi e risolvere la situazione in pochi giorni.

Tra i rimedi naturali super efficaci grazie alla sua azione lenitiva non può non essere citato l’olio di iperico: ricco di betacarotene e flavonoidi – con ipericina, rutina, quercetina e iperoside – risulta particolarmente efficace se steso sull’area interessata con l’ausilio di un batuffolo di cotone e il sollievo si avvertirà in poco tempo. Ovviamente perché questo passi effettivamente bisognerà applicarlo più volte e, ovviamente, bisognerà fare attenzione a non esporre la parte interessata al sole.

Altrettanto efficace anche l’olio di calendula che oltre ad una sensazione lenitiva è anche calmante, antinfiammatorio e cicatrizzante ed è particolarmente consigliato – oltre per gli eritemi e per le scottature – per la pelle secca e delicata, ma anche per andare a contrastare le sostanze velenose provocate dalle punture d’insetti.

Quando si è soggetti a scottature è automatico iniziare a scoprire l’importanza di avere una pianta d’aloe piantata nel proprio giardino: il gel estratto dalle sue foglie è particolarmente efficace contro le scottature in quanto va a togliere l’infiammazione e il rossore, idratando la pelle. Un altro rimedio per uso esterno è l’olio d’elicriso: oltre al suo effetto lenitivo e antinfiammatorio garantisce anche un’azione fotoprotettiva e decongestionante andando nel suo insieme ad alleviare prurito, rossori e screpolature.

Tra i rimedi casalinghi contro le scottature ed eritemi possono venire in aiuto anche le patate grazie alla loro azione decongestionanti, antinfiammatorie e lenitive contro il prurito. Per un altro rimedio casalingo basterà munirsi di batuffoli di cotone per poi immergerlo in un mix di latte, acqua e ghiaccio; da applicare come per l’olio d’iperico, direttamente sulla parte arrossata. Tra i vari consigli casalinghi, invece, possono essere d’aiuto delle docce fredde, asciugandosi con cautela e delicatamente, oppure degli impacchi di ghiaccio sulle zone colpite da eritema. Altrettanto efficaci anche degli impacchi con infuso di camomilla, ovviamente freddo: sono particolarmente note le proprietà lenitive, antimicrobiche e dermopurificanti del fiore e, con frequenti impacchi sull’area interessata, si andrà pian piano ad alleviare il problema.

Oltre alle docce vengono consigliati anche veri e propri bagni in una vasca con acqua fredda alla quale si può aggiungere, per aumentare l’effetto lenitivo, anche una tazza di aceto bianco o mezza tazza di bicarbonato di sodio. Per i giorni successivi, una volta alleviato il rossore e i dolori, si può proseguire a curare la propria pelle con delle creme super idratanti e grasse, in modo da tenerla sempre super idratata.

È soprattutto indispensabile reidratarsi: dopo una prolungata esposizione sotto il sole si perdono molti liquidi quindi è fondamentale reintegrarli assumendo abbondanti quantità d’acqua. Fondamentale anche assumere molte vitamine – specialmente C ed E – attraverso frutta e verdura.

Eritema solare: consigli fondamentali

Ovviamente nel caso in cui la situazione dovesse essere decisamente grave e critica è sempre consigliato consultare prontamente un parere medico per cercare di trovare la soluzione migliore per alleviare i fastidi e, soprattutto, il dolore. È doveroso ricordare, però, che un’eccessiva esposizione ai raggi UV del sole – anche se protetti con creme solari ad alta protezione – possono a lungo andare causare malattie come tumori alla pelle, cheratosi attinica ma anche le odiose macchie solari accompagnate ad un invecchiamento precoce della pelle con rughe marcate ma anche una perdita di tono ed elasticità della pelle stessa.