Dell’alloro si utilizzano le foglie e i frutti: le prime si possono raccogliere per usi erboristici durante tutto l’anno, anche se è preferibile farlo nella primavera avanzata; i secondo si raccolgono a completa maturazione, ossia in ottobre-novembre.

ESSICAZIONE DELLE FOGLIE E DEI FRUTTI

Le foglie si usano generalmente fresche, ma si possono pure essiccare, lasciandole attaccate ai rami e ponendole, anche alla rinfusa, in un locale ombroso e ben areato. Quando, piegandole, si romperanno facilmente, si potranno staccare dai rami e riporre al buio in contenitori di vetro con coperchio.

I frutti si essiccano al sole o in forno a temperatura non molto elevata.

PROPRIETA’ DELL’ALLORO SECCO

Anche da secco, l’alloro mantiene il suo profumo per molto tempo; è bene ricordare che, prima di essere usate, le foglie si dovranno sbriciolare per far sì che l’aroma e i principi passino ai condimenti, alle tisane, ecc…