Le emorroidi sono un problema che affligge moltissime persone, specialmente chi ha uno stile di vita sedentario: stare otto ore seduti in ufficio è una delle cause principali delle emorroidi, anche se clinicamente si tratta di una predisposizione genetica delle vene che sono deboli nell’ultimo tratto intestinale (il retto), e che viene per l’appunto peggiorata da uno stile di vita sedentario o dalla stitichezza.

Le emorroidi causano fastidio o anche dolore, con sanguinamento durante la defecazione. Le emorroidi possono essere sia interne che esterne, quando i tessuti si rilasciano e protrudono dall’ano. Prima di arrivare alla rimozione chirurgica, ci sono molti metodi per curare le emorroidi, così come dei modi per prevenire la loro formazione, anche se si è geneticamente predisposti.

L’ESERCIZIO

L’attività fisica che implichi l’uso dei muscoli interni, come il QiGong, aiutano a comprimere le pareti interne del retto e quindi le vene che lo attraversano, evitando il rilascio dei tessuti che va poi a formare le emorroidi.

L’ALIMENTAZIONE

Fondamentale è poi l’alimentazione: una dieta con pochi grassi e poche proteine animali vi aiuterà enormemente. Mangiate molta frutta e verdura (ottime le banane, che contengono molte fibre e aiutano a tonificare le pareti interne dell’intestino) e fate il pieno di verdure a foglia verde come gli spinaci, l’insalata e tutto ciò che vi aiuta ad ammorbidire le feci.