L’emoglobina (Hb) è una proteina, costituente principale dei globuli rossi ed adibita al trasporto dell’ossigeno dai polmoni ai tessuti. In condizioni normali, non si dovrebbe riscontrare presenza di emoglobina nelle urine. Se si nota dunque che la loro colorazione vira dal giallo paglierino al rossastro, è bene contattare il proprio ginecologo e approfondirne la causa attraverso un esame delle urine. Si tratta tuttavia di uno degli esami più frequentemente prescritti alle gestanti ed eseguito con una certa regolarità durante tutta la gravidanza. Se si nota dunque una variazione di colorazione nelle urine non è il caso di allarmarsi.

La principale causa di emoglobina nelle urine in gravidanza è rappresentata dall’insorgenza di una leggera forma di anemia, piuttosto frequente tra le donne in stato interessante. La presenza dell’emoglobina nel sedimento delle urine non significa infatti che si stia verificando una perdita di sangue, bensì è da attribuire al passaggio di pigmenti ematici (emoglobina), derivanti dal processo di emolisi intravascolare o intravesciale dei globuli rossi nelle urine. Si tratta, nello specifico, di una tipologia di anemia che spesso colpisce chi sta affrontando una gravidanza: il sangue diventa più diluito e questo da luogo alla emoglobinuria, che è appunto una diretta conseguenza dell’anemia stessa.

Tale condizione è facilmente verificabile attraverso l’emocromo, che permette di conteggiare il numero dei globuli rossi, dei globuli bianchi, ma allo stesso tempo permette anche di misurare la quantità di emoglobina presente nei globuli rossi.

Nella maggior parte dei casi si tratterà di una anemia leggera e che dunque non necessita di alcun tipo di intervento farmacologico, in quanto la situazione tenderà spontaneamente a tornare alla regolarità a parto avvenuto. Nei rari casi in cui l’anemia dovesse invece presentarsi in forma grave, sarà il medico ad indicare le terapie più appropriate, tenendo naturalmente conto del quadro di salute e generale della paziente e dell’avanzamento della gravidanza.

Altre possibili cause della presenza di emoglobina nelle urine sono: infezioni alle vie urinarie (piuttosto frequenti); formazioni tumorali; presenza di calcoli; patologie ematiche o epatiche.