L’istituto San Raffaele di Roma si sta testando un vaccino in grado di prevenire l’emicrania cronica, ossia quel tipo di mal di testa che tende sempre ad essere presente con una certa insistenza e che può seriamente compromettere la qualità della vita di chi ne soffre. L’emicrania cronica è stata sinora trattata con dei farmaci ma a quanto pare, grazie a questo vaccino che si serve di un anticorpo intelligente creato in laboratorio, potrebbe essere possibile sconfiggere la CGRP, ossia una sostanza che causerebbe l’emicrania stessa.

Il San Raffaele ha fatto anche sapere che i risultati ottenuti fino a questo momento sono stati più che promettenti. Grazie a questo vaccino per la prevenzione dell’emicrania cronica, infatti, sembra che la riduzione degli attacchi di mal di testa si sia ridotta del 62 per cento dopo tre mesi. Un ottimo risultato, che il San Raffaele può fregiarsi di aver ottenuto per primo in tutta Europa, grazie alla creazione di anticorpi monoclonali anti-CGRP.

Ma come funziona il vaccino per prevenire l’emicrania? L’anticorpo viene iniettato sottopelle una volta al mese per alcuni mesi. In questo modo pare che il medicinale sia assolutamente tollerabile, al contrario delle cure finora note, che invece avrebbero causato effetti indesiderati quali astenia, aumento del peso e anche sonnolenza. Il vaccino dovrebbe essere successivamente testato anche per l’emicrania (ossia quella non di tipo cronico).