Un grande atleta nasce sempre da una grande preparazione, sia sportiva sia alimentare. Lo sa bene Elisa Di Francisca, schermitrice italiana che ha da poco vinto la coppa del mondo di fioretto femminile a Shanghai e che ha così conquistato punti assai preziosi per poter puntare alle qualificazioni per le prossime Olimpiadi che si terranno a Rio de Janeiro nel 2016.

Ospite del talk show organizzato da Fileni “Vincere a tavola, sport e alimentazione“, presso il padiglione di Expo 2015 a Milano CIBUSèITALIA di Federalimentare, la simpaticissima atleta marchigiana ha svelato alcuni dei suoi segreti legati alla strategia alimentare che segue, per essere in forma e affrontare al meglio sia allenamenti sia gare. Seguita dal Dottor Luca Belli, biologo nutrizionista e docente dell’Università di Camerino, Elisa Di Francisca ha scelto di affidarsi alla Dieta Zona. Una scelta, quest’ultima, che si è rivelata assolutamente vincente, sia dal punto di vista del benessere fisico sia di quello mentale, riversandosi positivamente anche sul campo di gara.

Il primo intervento di Elisa Di Francisca (che è anche testimonial per Expo 2015) ha riguardato proprio il modo in cui lei si alimenta: “È importantissimo alimentarsi bene per me che sono una sportiva e quindi scelgo sempre di mangiare verdure, proteine e carboidrati (anche se questi ultimi non in grande quantità). Però questo non vuol dire che se dovessi andare a cena fuori o a casa di mamma, che cucina benissimo e che mi prepara degli ottimi piatti, non li mangi. Ma è anche importante alimentarsi bene tutti quanti, in generale, perché questo ti permette di stare bene e di avere una linea da seguire“. E lei come si comporta quando le capita di non potere o non voler seguire la sua strategia alimentare? “Quando sgarro poi so cosa mangiare per stare bene e quindi cerco di mangiare più pesce, più carni bianche, più frutta e più verdure. E questo è importante che lo facciano tutte le persone, anche i bambini“.

Parlando anche dei suoi successi in campo sportivo, Elisa Di Francisca raccontata ai presenti: “Sono felice di aver vinto tre gare importanti, anche se tutto è importante in questo periodo. Bisogna allenarsi e concentrarsi. Il fatto di essere vista dai bambini oppure da altre persone come un esempio da seguire in campo alimentare è bello e importante. Ma questo non vuol dire che se vado a farmi un bicchiere di vino o a mangiare due pizze non fa di me una persona normale. Io sono una persona assolutamente normale ma che cerca di mangiare bene, di stare bene e di seguire una dieta che è la Dieta Zona. Però nel momento in cui mi va di festeggiare oppure voglio dedicarmi ad uno svago mangio tre pizze se voglio mangiarmi tre pizze!“.

Parlando più nel dettaglio di quella che è la sua alimentazione, Elisa Di Francisca rivela di seguire la Dieta Zona perché: “È una dieta completa, nel senso che prevede ogni cosa: mangi dal carboidrato alla proteina ai grassi. Di carne non ce n’è tantissima: si tratta soprattutto di carne bianca. Carne rossa una volta a settimana e si mangia molto pesce. Finora ho visto che la Dieta Zona mi fa bene ed è per questo che continuo a seguirla“. E per quanto riguarda la sua alimentazione quando si allena? “Cerco di non mangiare tanto ma di alimentarmi spesso e soprattutto di non arrivare affamata al pasto. Faccio una colazione di tipo salata (toast, formaggio…) e una barretta proteica. Prima di una gara cerco sempre di mangiare più carboidrati rispetto agli altri giorni“.

Quando le chiediamo quali vantaggi pensa di aver ottenuto dalla Dieta Zona, come atleta, ci risponde così: “Il vantaggio fondamentale è che riesco ad arrivare ai pasti principali non avendo una fame incredibile. In più riesco ad allenarmi tutta la giornata (spesso di comincia la mattina e si finisce la sera tardi), anche grazie all’uso di sali e barrette, e ad arrivare lucida, anche quando c’è una gara da affrontare. Prima di conoscere Enervit e la Dieta Zona io non mangiavo prima della gara; loro mi hanno dato la possibilità di cambiare. Non mi abbuffo ma posso utilizzare delle barrette che mi aiutano ad affrontare la giornata. E grazie alla Dieta Zona mi sento molto più energica“.