Mica male come effetto collaterale: un farmaco prescritto per trattare i sintomi del Parkinson ha provocato, in una paziente di 42 anni, orgasmi spontanei e ripetuti, ipereccitazione e aumento della libido per un’intera settimana (ecco tutti i segreti dell’orgasmo femminile). A riportare il caso della donna è la rivista Parkinsonism and Related Disorders.

La paziente è state ricoverata in ospedale dopo aver avuto dai 3 ai 5 orgasmi della durata di 20 secondi al giorno per una settimana, ed è stata seguita dalla Necmettin Erbakan University di Konya, in Turchia. I medici spiegano che è la prima volta che si verifica un effetto collaterale del genere con questo farmaco, che di solito provoca influenza e problemi gastrici (leggi perché le donne non amano il “sesso fai da te”). I sintomi sono spariti dopo aver interrotto il farmaco per due settimane, ma sono ricomparsi una volta che la donna ha iniziato a riprenderlo (scopri perché la cannella aiuta a prevenire il Parkinson). I ricercatori sostengano che a scatenare questo insolito effetto potrebbe essere l’aumento di dopamina (il neurotrasmettitore che aiuta a regolare i sentimenti di piacere e che cala con il Parkinson) indotto appunto dal farmaco.

photo credit: germeister via photopin cc