Efferalgan è un farmaco analgesico ed antipiretico a base di Paracetamolo, indicato in adulti e bambini per il trattamento sintomatico del dolore da lieve a moderato e delle condizioni febbrili.

Efferalgan è disponibile, senza obbligo di prescrizione medica, in compresse deglutibili o effervescenti (da 500 e 1000 mg), sciroppo (30 mg di Paracetamolo ogni ml di soluzione) e supposte (da 80, 150 e 300 mg). Le compresse devono essere deglutite intere con un poco di acqua, mentre nel caso si preferiscano quelle effervescenti, andranno lasciate disciogliere in un bicchiere di acqua.

Efferalgan 500 mg compresse è riservato ad adulti e bambini di peso corporeo superiore ai 26 kg (indicativamente dagli 8 anni in su). Nei bambini di peso corporeo compreso tra 26 kg e 40 kg, il dosaggio consigliato è di 1 compressa ogni somministrazione, ad intervalli di almeno 6 ore e senza superare le 4 compresse al giorno. Negli adolescenti di peso corporeo compreso tra 41 kg e 50 kg, il dosaggio è di 1 compressa ogni somministrazione, ad intervalli di almeno 4 ore e senza superare le 6 compresse al giorno. In adulti e adolescenti di peso corporeo superiore ai 50 kg, il dosaggio usuale è invece di una compressa ogni somministrazione, ad intervalli di 4 ore. In caso di dolore intenso, è tuttavia possibile assumere 2 compresse alla volta, per un massimo di 3 volte al giorno (massimo 3 g di Paracetamolo al dì), rispettando un intervallo di 4 ore tra le somministrazioni.

Si consiglia di consultare il proprio medico prima di iniziare il trattamento con Efferalgan, che in ogni caso è da intendersi come  terapia limitata nel tempo (massimo 3 giorni), utile a superare episodi acuti di dolore. Qualora non si ottengano risultati apprezzabili, sospendere la terapia e discutere con il proprio medico la possibilità di intraprendere terapie alternative.

Assumere Efferalgan solo sotto stretto controllo medico se si è affetti da patologie epatiche e renali e durante il periodo della gravidanza. Il medicinale è inoltre controindicato in caso di ipersensibilità al principio attivo o ad uno dei suoi eccipienti, anemia emolitica di grado elevato e deficit enzimatico di glucosio 6 fosfato deidrogenasi.