È stato firmato ieri mattina il protocollo di intesa tra il Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca Francesco Profumo, e dal Presidente di Federalimentare Filippo Ferrua Magliani.

Secondo quanto sottoscritto, dal prossimo anno scolastico sarà attivo un nuovo programma di educazione alimentare che mira a insegnare agli studenti le basi per una corretta alimentazione e di uno stile di vita sano.

Secondo il Ministro e il Presidente, l’unico modo per contrastare il crescente fenomeno dell’obesità e del sovrappeso tra i ragazzi italiani in età scolare è proprio quello di aumentare la loro conoscenza dei modi e dei tempi di assunzione dei cibi e la storia dei processi produttivi in campo agricolo e industriale.

Il progetto si chiama “Il Gusto fa Scuola” coinvolgerà, per ora, circa 77mila classi per un totale di circa un milione 600mila studenti e rispettive famiglie, grazie anche alla presenza del sito www.ilgustofascuola.it, in cui sarà possibile un’interazione continua tra esperti, docenti, famiglie e ragazzi.

Si tratta di un progetto che, oltre a seguire i ragazzi nell’apprendimento di uno stile di vita più sano, tenta anche di raggiungere l’obiettivo della riduzione e della razionalizzazione della spesa sanitaria che

è cresciuta sì per l’invecchiamento progressivo della popolazione ma anche perché nel corso degli anni il paese non ha avuto la necessaria attenzione all’educazione alimentare e sportiva, elementi centrali per un corretto stile di vita.