Siamo sempre stati abituati a sentirci dire “Una mela al giorno toglie il medico di torno” e invece, a quanto pare, il detto andrebbe rivisto e corretto perché la quantità giusta per tenere a debita distanza il dottore sarebbero due mele al giorno e non una soltanto. A confermare che il detto andrebbe corretto, è stato uno studio condotto attraverso il progetto dell’Istituto Ager Merlo, i cui risultati sono stati presentati in Trentino Alto Adige.

E’ stato proprio questo istituto a fare il punto della situazione in merito alle più recenti scoperte scientifiche in merito alle qualità della mela. Lo studio ha avuto una durata di quattro anni, nel corso dei quali un team di ricercatori delle Università di Bologna, Milano Padova e Udine nonché due Istituti di Ricerca (CReSO e Fondazione Mach) hanno analizzato gli effetti del consumo di mele su pazienti affetti da moderata ipercolesterolemia.

Due mele al giorno: tutti i vantaggi

Ebbene, grazie al consumo di due mele al giorno, i pazienti in questione, che si sono prestati come volontari per lo studio, hanno riportato un abbassamento medio del tre per cento del colesterolo totale e un abbassamento medio del colesterolo ldl (quello considerato cattivo) del quattro per cento.

Grazie alle due mele al giorno di cui i pazienti volontari si sono nutriti, si è registrato anche un aumento assai significativo di sostanze antiossidanti all’interno dell’organismo; si tratta di sostanza che sono in grado di rallentare l’invecchiamento delle cellulare e di conseguenza l’invecchiamento del corpo.