Il Paese del mondo in cui si vive più a lungo sembra essere il Giappone, lo Stato asiatico in cui i centenari stanno diventando sempre più numerosi ed incontrarne qualcuno non è affatto un evento raro. I dati sono stati diffusi proprio oggi dal governo giapponese e la data non è casuale: proprio in questo giorno, infatti, si celebra la festa nazionale degli anziani (Keiro No Hi in lingua giapponese). Questa ricorrenza diventa il  momento per ringraziare, ossequiare e pregare per gli anziani; i bambini fanno regali ai nonni e il governo concede riconoscimenti a particolari anziani centenari.

Parlavamo dei dati… Ebbene, stando a quanto dichiarato dal governo del Paese del Sol Levante, in Giappone vivono attualmente 58.820 persone che hanno compiuto almeno cento anni. Persino la donna e l’uomo più anziani del pianeta vivono lì: si tratta di Misao Okawa, 116 anni, e di Sakari Momoi, 111 primavere.

Ma come mai in Giappone si vive così a lungo e bene? Uno dei motivi che potrebbero spiegare la longevità è l’avanzamento dell’assistenza sanitaria ma questo di per sé non basta. Prendiamo ad esempio l’isola di Okinawa: qui vi abita la popolazione più longeva e più in salute della Terra. Gli scienziati e i nutrizionisti che hanno studiato il fenomeno, sono arrivati a constatare che la longevità potrebbe essere il frutto di un mix di fattori, tra cui avrebbero importanza fondamentale l’alimentazione (molti vegetali e piatti a base di pesce), l’ambiente, l’esercizio fisico, l’aspetto psiologico-spirituale (questa popolazione è molto ottimista) e lo stile di vita in generale.

photo credit: ALL CHROME via photopin cc