Scrivo questo post a notte fonda e mi rendo conto di quanto sia vera la teoria di Francesco Peverini, della Fondazione per la Ricerca e la Cura dei Disturbi del Sonno, che afferma che sotto le feste natalizie sia molto facile perdere ore di sonno risentendone notevolmente sulla salute.

Al di là della concitazione di questi giorni di festa, – afferma Peverini - in cui potremmo avere l’esigenza di dormire meno, il sonno può richiedere il suo pedaggio a causa degli eccessi alimentari o dell’aumentata assunzione di alcool, frequente durante le feste. Un’alimentazione troppo ricca di dolci, grassi ed alcool – prosegue la nota – può peggiorare i sintomi di una preesistente insonnia o causare un aggravamento del russare e delle apnee notturne“.

Dormire le giuste ore, senza esagerare, aggirandosi intorno alle sette-otto ore di sonno è importantissimo, soprattutto per i più giovani: ”I bambini – prosegue Peverini – dormono meno perché si chiedono quali saranno i loro doni, mentre in alcuni adolescenti è facile osservare una tendenza a dormire di più per riuscire a mantenere una vigilanza diurna ottimale“.

photo credit: Maccio Capatonda via photopin cc