Non sempre avere qualcuno accanto a sé nel letto è una cosa piacevole, soprattutto se la persona in questione russa o ha un sonno agitato.

Ma c’è anche da dire che addormentarsi sapendo che c’è la persona amata nell’altra metà del letto è una fonte di calma e serenità.

Non è solo una sensazione che prova chi è innamorato. Infatti,  secondo una ricerca dell’Università di Pittsburg, dormire in compagnia è un valido alleato per combattere lo stress. Dormire in compagnia aiuta a ridurre i livelli di cortisolo, l’ormone che causa lo stress, diminuendo il rischio di sviluppare le patologie associate alla presenza di questo ormone, come le malattie cardiache, la depressione e le malattie autoimmuni.

Secondo Wendy Troxel, psichiatra e coordinatrice della ricerca

Il sonno è un elemento fondamentale per mantenere un benessere fisico, perché proprio una grave alterazione del riposo notturno è associata al rischio di malattie cardiache e dei disturbi psichiatrici. La condivisione del letto è responsabile anche dell’aumento dei livelli di ossitocina, in grado di rafforzare il legame tra le persone facendole sentire a proprio agio, rassicurate e protette dal partner. Un insieme di fattori che contribuiscono a un sonno più riposante.

Una sensazione di benessere della quale, a quanto dicono gli esperti, sia provata più dalle donne che dagli uomini.