Una donna inglese di quarant’anni, Jenny Kavanagh, ha fatto una scoperta davvero sensazionale mentre si stava sottoponendo ad alcuni esami clinici. I medici avrebbero infatti accertato che nell’ovaio della donna era presenta una massa di circa dieci centimetri, cresciuta attorno ad un teratoma, ossia un gemello incluso.

La massa avrebbe presentato volto, occhi e capelli: nessun dubbio quindi, che sia stato trovato quello che la scienza chiama un fetus in fetu (ossia un feto nel feto). Si tratta di un evento assai raro ma non impossibile: consiste ovviamente in un’anomalia nello sviluppo dell’embrione, una gravidanza gemellare del tutto atipica. Il corpo di un gemello, normalmente sviluppato, ospita al suo interno un feto piccolo e malformato, che spesso può però essere provvisto di colonna vertebrale, arti inferiori o superiori ma che generalmente non ha encefalo o cuore.

La donna inglese ha scoperto di avere questa massa di circa dieci centimetri dopo essersi sottoposta ad un controllo ginecologico di routine, per rimuovere la spirale che aveva applicato. Scoprendo la massa, i medici avevano inizialmente ipotizzato che la donna potesse avere un tumore ma dopo aver eseguito i controlli necessari, hanno accertato che in realtà di trattava di un caso di fetus in fetu.

La vicenda è apparsa assurda soprattutto perché la donna avrebbe dichiarato di non essersi mai sottoposta prima a visita ginecologica (nonostante abbia avuto anche dei figli): un particolare su cui però è lecito non dubitare, visto che molto probabilmente la massa all’interno del suo ovaio non sarebbe mai stata diagnosticata prima da nessun altro medico.

https://twitter.com/medicaldailycom/status/634417179698442240