Molti di coloro che si mettono  dieta o che affermano di tenere alla propria salute, scelgono di sostituire il comune zucchero con il dolcificante. Ritenuto un alimento praticamente privo di calorie, il dolcificante viene dunque preferito. Ma è davvero così? Aiuta a perdere peso come si pensa? A sentire i ricercatori dell’Università di Sidney pare proprio che sia vero il contrario: il dolcificante non contribuirebbe a far perdere peso ma a farlo accumulare.

Il punto è che il dolcificante non farebbe ingrassare di per sé ma favorirebbe la voglia di mangiare ancora di più e questo porterebbe poi ad accumulare peso in eccesso. O almeno questo è quello che avrebbero ricavato i ricercatori australiani in base ai test eseguiti in laboratorio sulle cavie. Quelle che negli ultimi cinque anni hanno seguito regimi alimentari in cui è stato introdotto il dolcificante, avrebbero infatti assunto il 30 per cento di calorie in più, a causa del senso di fame aumentato.

Questa conseguenza sarebbe tutta da addebitare al cervello, che si convincerebbe del fatto che il corpo stia ingerendo alimenti poco calorici e non riuscirebbe ad associare il sapore al contenuto nutritivo. Questo strano meccanismo condurrebbe poi a provare ancor di più il desiderio di mangiare, con un apporto superiore di calorie. La ricerca australiana confermerebbe dunque che gli alimenti senza zucchero non sarebbero proprio così al riparo da rischi. Il dolcificante, pur non avendo calorie, come si è visto, potrebbe comunque comportare un aumento di peso. Bisogna dunque prestare particolare attenzione quando se ne fa uso perché il suo utilizzo potrebbe in qualche modo ingannare, almeno da quello che affermano gli studiosi d’oltreoceano.