La distorsione è una lesione dei legamenti con lacerazione, ma di solito senza rottura: interessa soprattutto la caviglia e il ginocchio e spesso è dovuta a uno spostamento dell’articolazione causato da una direzione “innaturale” dell’arto (per esempio, in seguito movimento brusco). La lussazione interessa di frequente la spalla e la fuoriuscita della testa dell’omero dalla cavità in cui è alloggiato.  La spalla può assumere una posizione innaturale e il dolore può essere più o meno intenso. Si possono verificare lussazioni anche alla rotula, gomito o caviglia. Vi è dolore più o meno forte, rossore e calore dei tessuti, gonfiore, impossibilità di movimento. Possono anche essere presenti lividi attorno all’articolazione. Una evidente deformità con un’anomala angolazione delle ossa è un sintomo manifesto di lussazione.

CHE FARE IN CASO DI DISTORSIONE O LUSSAZIONE

La medicina popolare finlandese, in caso di distorsioni o lussazioni, consiglia di immergere la parte interessata per 1 minuto in acqua ghiacciata e, subito dopo, per 1 minuto in acqua caldissima. L’applicazione freddo-caldo va ripetuta per circa 20 minuti. Terminate con l’acqua fredda. Questa terapia va fatta subito dopo il trauma.

La medicina popolare italiana suggerisce impacchi caldi di acqua con l’aggiunta di sale grosso.

RIMEDI ERBORISTICI: ARTIGLIO DEL DIAVOLO E AGRIMONIA

Applicate un impacco freddo imbevuto in un decotto preparato facendo bollire per qualche minuto 2 cucchiai di agrimonia in mezzo litro di acqua. Immergete un panno nel decotto freddo, strizzatelo che applicatelo sulla zona interessata tenendolo fermo con un bendaggio. Togliete l’impacco dopo 10-15 minuti e, se dà sollievo, procedete con un’altra applicazione sostituendo il panno usato in precedenza. Continuate la terapia finché il dolore e il gonfiore saranno spariti. Trascorse le prime 24-48 ore, si possono sostituire gli impacchi freddi con impacchi caldi per favorire la circolazione sanguigna nella zona, accelerando la guarigione.

In caso di distorsioni e lussazioni, è consigliato anche assumere per via interna 30 gocce di tintura madre di artiglio del diavolo 3 volte al giorno, diluite in poca acqua, fino a completa guarigione.

RIMEDI OMEOPATICI

Assumete 3 granuli ogni quarto d’ora nei seguenti rimedi: Arnica, Ruta e Natrum cabonicum alla 5CH. È possibile utilizzare una pomata a base di arnica da applicare sulla zona dolorante. Se il soggetto è particolarmente predisposto alla distorsione, 10 granuli a settimana, al risveglio, di Calcarica fluorica 7CH per due mesi. Se c’è gonfiore e dolore al minimo movimento, Bryonia alba 6CH, 5 granuli 3 volte al giorno fino al miglioramento.

FIORI DI BACH

Subito dopo il trauma, è opportuno assumere 4 gocce di Rescue Remedy, non diluito, anche ogni 5 minuti, finché il dolore non si attenua o diminuisce. Per favorire la guarigione, applicate sulla zona interessata la pomata Rescue Remedy 2-3 volte al giorno.

[Attenzione: I rimedi naturali e omeopatici indicati in questi articoli non sono da intendersi come cure medicinali: le dosi e le formule consigliate sono frutto di combinazioni che possono variare a seconda della condizione soggettiva e la loro efficacia dipende dalla sensibilità personale del paziente. Prima di procedere con l'inizio di una cura, se non siete già esperti, consultatevi con un naturopata, un erborista o un omeopata di fiducia che si accerti che non vi siano controindicazioni alla cura. Se il problema persiste o se i sintomi peggiorano, rivolgetevi subito a un medico.]