I disturbi alimentari psicogeni, descritti dettagliamente nel mio precedente articolo, posso avere molte cause, spesso anche sovrapposte, ma una costante è sempre presente: il cibo in sè.

E’ importante sottolineare che un disturbo alimentare è soltanto un sintomo complesso di un sistema complesso di problemi psicologici già presente nella persona e vengono espressi con un comportamento alimentare autodistruttivo. Nella maggior parte dei casi, i disturbi sono la combinazione di fattori psicologici, socio-culturali ed interpersonali, come si vedrà nel dettaglio:

FATTORI PSICOLOGICI

  • Depressione;
  • ansia;
  • angoscia;
  • rabbia;
  • senso di solitudine e di mancanza di speranza;
  • inadeguatezza;
  • perfezionismo;
  • bassa autostima.

FATTORI SOCIO-CULTURALI

FATTORI INTERPERSONALI

  • relazioni familiari o interpersonali problematiche;
  • una storia di abuso sessuale o fisico;
  • difficoltà nello stabilire confini interpersonali adeguati;
  • difficoltà nell’esprimere i propri bisogni e le proprie necessità;
  • una storia di problemi interpersonali collegati al proprio peso: rifiuto, emarginazione e derisione.

Non è stata ancora dimostrata la presenza di fattori biologici che causino lo sviluppo dei disturbi alimentari.

A cura di Jessica Di Giacomo

photo credit: Daniela Vladimirova via photopin cc