L’Università di Adelaide, in Australia, ha compilato quella che può essere considerata come la prima mappa globale di tutte le dipendenze che attanagliano la popolazione mondiale. In base ai dati pubblicati, si apprende dunque che nel mondo vi sono almeno un miliardo di fumatori mentre almeno 250 milioni di persone avrebbero ceduto alle dipendenze da stupefacenti. Andando ad analizzare più nel dettaglio, si apprende poi che il 3 per cento della popolazione globale consuma cannabis (ossia circa 15 milioni di persone) mentre lo 0,3 per cento fa uso di droghe iniettabili.

L’Università di Adelaide ha potuto ricostruire questa mappa globale delle dipendenze servendosi di dati pubblicati a loro volta dall’Organizzazione delle Nazioni Unite (Onu) e dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (Oms). Per quanto riguarda in dettagli i dati sulla dipendenza da alcol, si scopre che il maggior numero di persone che ne sono affette si trovano nell’Europa dell’Est (circa 14 litri di alcol a testa ogni anno) mentre per quanto la dipendenza dal fumo, a far da padroni nella classifica sono gli abitanti dell’Oceania, mentre in Europa a primeggiare tornano ancora una volta gli europei che vivono ad Est (dove si registra il 30 per cento dei fumatori incalliti).

Sul versante droghe, invece, a guidare la classifica troviamo il Nord America quando si tratta di sostanze stupefacenti iniettabili mentre il dato più basso viene fatto registrare dall’Europa occidentale. Il dato che però sembra preoccupare maggiormente gli studiosi che hanno compilato la mappa globale delle dipendenze è che le sostanze legali (come l’alcol e il fumo) fanno molti più danni rispetto alle sostanze illegali (droghe). Una considerazione che dovrebbe far riflettere davvero tutti quanti.