Con l’arrivo della bella stagione e la prova costume che si avvicina, l’idea di dover perdere qualche chilo diviene spesso insistente, tanto da indurre a ricorrere a quelli che in molti considerano escamotage efficaci. Purtroppo, però, quando si tratta di perdere peso rimanendo in forma, non esistono scorciatoie: chiunque prometta di farvi perdere 5kg in 3 giorni, o miracoli simili, certamente non ha a cuore la vostra salute. Sempre meglio diffidare dunque dalle diete dell’ultimo minuto e dalle tante dicerie che spesso circolano in rete. Decisamente meglio rivolgersi ad un dietologo che saprà indicarci la dieta più adatta a noi e al nostro stile di vita. Se si tratta invece di perdere due o tre chili, affidiamoci ad un’alimentazione sana e bilanciata e a tanto, tanto esercizio fisico.

Ecco dunque una serie di falsi miti sulle diete dimagranti da cui diffidare, che non solo rischiano di farci perdere tempo invece che chili in eccesso, ma spesso possono anche compromettere la nostra salute.

IL DIGIUNO TI FA BELLA: privando il corpo dei nutrienti necessari lo si espone ad un forte stress. L’organismo reagisce inoltre con un abbassamento del metabolismo basale, in modo da preservare le risorse energetiche e innesca un meccanismo di sopravvivenza che lo porta a ‘cannibalizzare’ i propri muscoli. Tra gli effetti collaterali ci sono poi stanchezza, vertigini, cali di zuccheri, svenimenti, mal di testa e nausea (correlati all’acidosi metabolica), crampi, possibili problemi renali, ipotensione arteriosa, disidratazione e abbattimento delle difese immunitarie.

SALTARE I PASTI FA DIMAGRIRE: saltando i pasti non facciamo altro che causare un rallentamento del metabolismo, cosa che certamente non aiuta a perdere i chili di troppo.

NIENTE SPUNTINI FUORI PASTO: lo spuntino di metà mattina e metà pomeriggio aiuta invece a tenere alto il metabolismo, distribuendo meglio le calorie quotidiane nell’arco della giornata. Naturalmente gli spuntini devono essere leggeri e salutari!

ELIMINARE I GRASSI: i lipidi sono nutrienti indispensabili; escludendoli completamente dalla dieta si espone l’organismo a carenze che possono mettere a rischio la salute. Molto meglio selezionare i grassi ‘buoni’ (come quelli contenuti nel pesce, nei semi oleosi e nell’olio extravergine d’oliva) e assumerli nelle giuste quantità

NIENTE CARBOIDRATI: anche in questo caso il segreto è scegliere. Da limitare sono gli zuccheri semplici (quelli contenuti in bibite gassate e dolci, per intenderci) mentre i carboidrati complessi dovrebbero costituire circa il 55% delle calorie quotidiane, con preferenza per quelli provenienti da cibi integrali.

LO ZUCCHERO DI CANNA È DIETETICO: la differenza calorica tra zucchero di canna e zucchero bianco è talmente minima da risultare assolutamente irrilevante ai fini della dieta. Non è il tipo di zucchero a far ingrassare; semplicemente il suo abuso.

I CIBI LIGHT AIUTANO A DIMAGRIRE: la dicitura ‘light’ significa che un dato alimento è stato privato di parte dei suoi zuccheri o grassi, ma questo non significa che possa essere considerato dietetico. Non fatevi ingannare e leggete sempre la tabella nutrizionale prima di acquistare un prodotto definito ‘light’.

GLI ALIMENTI INTEGRALI FANNO DIMAGRIRE: gli alimenti integrali hanno in realtà le stesse calorie di quelli raffinati, offrono tuttavia il vantaggio di aumentare il senso di sazietà e fornire una buona dose di fibre, favorendo così la motilità intestinale.