Prima c’era la dieta Atkins, poi è arrivata la dieta Dukan e tutti gli altri regimi alimentari che si caratterizzano per un elevato consumo di proteine animali a scapito dei carboidrati.

Sono le cosiddette diete iperproteiche che sono nuovamente finite sotto accusa a causa dei danni che possono portare all’organismo.

Secondo uno studio condotto dall’Università di Atene, in collaborazione con il German Institute of Human Nutrition e il Max Delbruck Centre for Molecular Medicine di Berlino, le diete iperproteiche aumentano la possibilità di avere un infarto o un ictus del 5% rispetto al normale rischio se si segue questo regime per un breve periodo di tempo, rischio che aumenta del 60% se la dieta si prolunga.

Ciò a cui va data maggiore importanza, però, non è solo l’aumento del rischio di queste malattie, ma il fatto che queste diete hanno degli effetti prolungati sull’organismo, tanto che questi rischi elevati si mantengono tali anche dopo che la dieta è stata terminata.

Le diete iperproteiche sono dei regimi alimentari sicuramente efficaci ma devono essere sempre seguite solo con un controllo medico costante e per un periodo che non superi il mese. Tutti gli alimenti sono necessari per una alimentazione sana e ogni corpo ha le sue particolari esigenze.