Esistono diversi tipi di diete iperproteiche, ma quelle più conosciute ed efficaci sono tre: la dieta Atkins, la dieta South Beach e la dieta Stillman. Vediamo quali sono le loro carattistiche e principali differenze.

LA DIETA ATKINS

Il dottor Robert Atkins ha inventato la dieta che da lui ha preso il nome. Secondo un articolo del 2001 dell’American Heart Association, la dieta Atkins è costituita dal 27 per cento di proteine, il 5 per cento di carboidrati e il 68 per cento di grassi. Le linee guida alimentari consigliano una dieta che è costituita dal 10-15 per cento di proteine, dal 40-60 per cento di carboidrati e dal 20-35 per cento di grassi. La dieta Atkins consente tutti i tipi di proteine e grassi, tra cui carne, pesce, pollame, uova, formaggio, burro e olio, e limita i carboidrati come pane, pasta, frutta, latte, alcool e verdure ricche di amido come patate, piselli e mais. L’alto contenuto di acidi grassi omega della dieta Atkins può essere sano per il cuore, ma può comportare alcuni rischi per la salute come il cancro al colon, possibili problemi a livello osseo, danni renali e chetoacidosi, una condizione che causa vertigini, debolezza e irritabilità.

LA DIETA SOUTH BEACH
La dieta South Beach è stata creata dal Dr. Arthur Agatston nel 2003 e si basa sull’indice glicemico, un sistema che classifica gli alimenti in base alla velocità in cui gli zuccheri in essi contenuti entrano nel sangue. Questa dieta ha spopolato negli Stati Uniti, perché consente di assumere da 20 a 90 g di carboidrati per pasto, ed è più sana rispetto ad altre diete iperproteiche perché incoraggia il consumo di cereali integrali, fagioli e legumi, verdura, prodotti lattiero-caseari a basso contenuto di grassi dei e grassi insaturi sani come l’olio d’oliva e grassi derivati dal pesce e dalle noci. L’aspetto negativo della dieta è la limitazione di alimenti sani come frutta e carote, perché risultano avere un alto l’indice glicemico.

LA DIETA STILLMAN

La dieta Stillman è la dieta più proteica costituita dal 64 per cento di proteine, dal 3 per cento di carboidrati e dal 33 per cento di grassi. Si basa sulla teoria che le proteine aiutano a bruciare i grassi e che i carboidrati sono immagazzinati come grasso. La dieta Stillman incoraggia il consumo di proteine magre come la carne magra, il pollame senza pelle, il pesce, i frutti di mare, le uova ed il formaggio magro, limitando grassi, oli e carboidrati come pane, pasta, frutta, verdura e latticini.