La dieta Tisanoreica è un regime alimentare che promette di far perdere da 6 a 8 chili in appena 40 giorni. Il programma dimagrante si sviluppa in diverse fasi: una intensiva, della durata di 10-20 giorni, una di stabilizzazione (10-20 giorni) ed una di mantenimento. Durante la prima fase si richiede di eliminare completamente carboidrati, zuccheri e grassi, nutrendo tuttavia la massa muscolare con un mix di proteine, sali minerali e vitamine forniti da appositi preparati tisanoreici. L’organismo sarà così costretto a ricorrere alle proprie riserve, attraverso un meccanismo chiamato chetosi (non ricevendo un apporto sufficiente di carboidrati, l’organismo brucerà infatti le riserve di grassi per ottenere energia). Nella seconda fase della dietra si reinseriscono quindi gli zuccheri complessi (come pasta e pane), mentre è ancora sconsigliato assumere zuccheri puri e frutta. Nella fase di mantenimento, infine, si intraprende una dieta basata sul calcolo delle calorie giornaliere, così da non rischiare di riprendere i chili persi. A ogni fase della dieta va quindi associata una specifica combinazione di alimenti, preparati della Tisanoreica e prodotti da diluire in acqua ottenuti con il metodo della decottopia.

Come specifica il suo ideatore, Gianluca Mech, si tratta dunque di una dieta normoproteica, ipoglucidica e ipocalorica, che permette una rapida perdita di peso, ma senza avvertire il senso di fame. La dieta Tisanoreica si differenzia inoltre dalle classiche diete chetogeniche poichè in grado di controllare i corpi chetonici mediante l’utilizzo delle piante, e per questo definita fitochetogenica. Il protocollo deve tuttavia essere intrapreso sotto stretto controllo medico ed è sconsigliato a persone diabetiche, donne in gravidanza, soggetti con problemi di insufficienza renale, epatica o cardiaca e bambini e ragazzi in età dello sviluppo.

A fronte di un’effettiva rapida perdita di peso, è inoltre doveroso sottolineare che assieme ai corpi chetonici (considerati tossici), le diete ipoglucidiche, basate cioè sul meccanismo della chetosi, provocano il rilascio di alte quantità di sostanze indesiderate, accumulate all’interno del grasso, che possono avere conseguenze negative su organi quali fegato, reni e sistema nervoso. La carenza di carboidrati può inoltre essere causa di malessere, nervosismo, mal di testa ed altri fastidiosi sintomi. La dieta Tisanoreica costituisce quindi un regime da seguire esclusivamente sotto controllo medico e per brevi periodi di tempo.