Chi per necessità o per altri motivi si trova a dover/voler seguire una dieta senza grano tenderà ad eliminare o a ridurre estremamente la presenza di tutti quegli alimenti che contengono tale ingrediente. Bisogna premettere che la dieta senza grano non è quella che seguono prettamente i celiaci poiché questi ultimi hanno problemi con il glutine e quindi presentano problemi in generale con frumento e cereali.

Cos’è la dieta senza grano

Quando si parla di questo tipo di strategia alimentare (che ricordiamo è sempre bene concordare con un medico, qualora ve ne sia necessità), e ci si riferisce al grano, viene in genere indicata un’alimentazione che non contempla – o quasi – cibi fatti con grano duro o tenero e quindi soprattutto quelli fatti con farina.

La dieta senza grano, infatti, prevede l’esclusione degli alimenti derivati dalla farina, sia che essa sia stata ricavata da grano duro sia che sia stata da grano tenero.

Cosa non mangiare

Eliminare il grano dalla propria alimentazione significa evitare di mangiare alimenti quali:

  • pane
  • pasta
  • dolci che contengono grano e farina di grano
  • snack

Cosa mangiare

Per contro, è possibile favorire il consumo di tutti quegli alimenti che non contengono grano e farina di grano in alcun modo. Qualche esempio? Frutta e verdura in quantità ma anche latticini, carne, pesce. Per quanto riguarda invece il mancato apporto di carboidrati che il grano può assicurare, questo può essere comunque ottenuto consumando altri cereali come ad esempio l’orzo o l’avena ma anche il mais, il farro o ancora il miglio.