Lo scopo fondamentale della dieta Scarsdale è raggiungere una rapida perdita di peso. Non è concepita come un regime di vita per il controllo ragionevole del peso, infatti si dovrebbero alternare una o due settimane di dieta con due settimane di riposo. La dieta Scarsdale è una dieta a basso contenuto di carboidrati e ricca di proteine che consente di perdere peso per il fatto che si assume il 43% di proteine, il 22,5% di grassi e il 34,5% di carboidrati, e che si assumono circa 1.200 calorie al giorno. Questa combinazione è il risultato di uno studio che aiuta a perdere peso aumentando l’assunzione di proteine e riducendo l’apporto calorico, soprattutto l’apporto di carboidrati e grassi. La perdita di peso media è intorno a 7-15 chili per coloro che completano la dieta, anche se, come con ogni dieta, alcuni trovano difficile seguirla (ma diciamocela tutta: esiste una dieta che aiuti a perdere peso in modo facile?) e non la portano a termine. La Dieta Scarsdale utilizza la combinazione alta quantità di proteine/bassa quantità di carboidrati, combinazione che la ha fatto acquistare credibilità e fama come la dieta Atkins, tuttavia la Dieta Scarsdale include carboidrati complessi (soprattutto provenienti da cereali integrali naturali) e frutta, particolare che la rende più sana di altri diete ad alta percentuale proteica e a basso contenuto di carboidrati, soprattutto per coloro che cercano di limitare l’assunzione di colesterolo.

PRO E CONTRO
L’unico vantaggio della dieta Scarsdale sembra essere la rapida perdita di peso iniziale. La maggior parte delle persone che l’hanno provata e che hanno riportato le loro esperienze la trovano sgradevole a causa della mancanza di flessibilità e della noia dei piani pasto prescritti nella dieta di base. La dieta Scarsdale è stata criticata dai nutrizionisti per una serie di carenze sanitarie:
- Non viene detto nulla nell’edizione del 1978 circa l’importanza dell’esercizio fisico in un regime di riduzione di peso. Molti nutrizionisti sottolineano che 700-1000 calorie al giorno sono una quantità inadeguata per una donna sana moderatamente attiva, per non parlare di chi pratica sport o altre forme di esercizio fisico.
- L’esclusione del latte dalla dieta Scarsdale implica che l’assunzione di calcio della dieta sarà troppo bassa: un basso livello di assunzione di calcio comporta rischi per le donne in post- menopausa oppure sopra i 50 anni.

- Dieta non è imparare a scegliere saggiamente gli alimenti durante le due settimane di riposo o in situazioni del mondo reale come ristoranti o nei pasti con la famiglia o con gli amici.
- La maggior parte del peso perso è rappresentato da liquidi, e viene rapidamente ripreso quando si riprende a mangiare normalmente.
- La dieta Scarsdale esige più che la solita quantità di forza di volontà dalla dieta, a causa della sua rigidità e della struttura a basso contenuto calorico.

IL PARERE DEGLI ESPERTI
La dieta Scarsdale non è stata oggetto di ampie ricerche mediche, probabilmente a causa della sua associazione con un noto caso legale. C’è un solo articolo nella letteratura medica che ha indicato la dieta come strumento efficace per una rapida riduzione del peso, per persone che sono poi stati indirizzate verso regimi meno restrittivi per perdere peso. L’articolo, tuttavia, è stato pubblicato nel 1982 e le sue conclusioni richiederebbero una rivalutazione in quanto è trascorso un quarto di secolo. Lo stesso dottor Tarnower non ha mai provato la dieta in uno studio clinico né ha pubblicato tutti gli studi fatti sui suoi pazienti. Anche se la copertina dell’edizione 1978 di “The Complete Scarsdale Medical Diet” promette una perdita di peso fino a 20 chili in 14 giorni, le uniche prove scientifiche (o pseudo tali) fornita a sostegno di questa affermazione sono citazioni aneddotiche riportate da alcuni pazienti del medico.

Anche se la dieta Scarsdale era popolare quando fu pubblicata la prima volta è considerata come una dieta di moda dei primi anni del 2000. Gran parte della popolarità iniziale della dieta Scarsdale potrebbe essere derivata dal fatto che il Dr. Tarnower risultava letteralmente antipatico a molti dei suoi pazienti, come pure ad altre persone che lo conoscevano per la sua pretenziosità e per la sua voglia di scalata sociale. L’associazione della dieta con la città di Scarsdale, che era un simbolo di prosperità per le persone nella zona di New York, potrebbe aver incoraggiato alcuni lettori a pensare alla perdita di peso come ad un percorso verso il successo economico o sociale. In generale, i ricercatori sostengono che le diete estreme come la Scarsdale non sono superiori in alcun modo alle tradizionali diete a basso contenuto calorico. La prima relazione della task force americana per la prevenzione e il trattamento dell’obesità con queste diete, nel 1993 ha osservato che: “ le diete correnti a basso contenuto calorico sono generalmente sicure quando vengono adottate sotto stretto controllo medico in soggetti moderatamente e severamente obesi (indice di massa corporea > 30), e di solito sono efficaci nel promuovere significativi perdite di peso a breve termine, ma il mantenimento a lungo termine non è molto soddisfacente e non è migliore rispetto ad altre forme di trattamento dell’obesità.