Chi soffre di ipotiroidismo, dovrà fare particolare attenzione alla propria dieta. È consigliabile un’alimentazione ricca di frutta e verdura fresca, in particolare carote, asparagi, spinaci, olio di oliva, semi di girasole, avocado, cereali integrali, crusca, banane, noci del Brasile, pomodori, broccoli e cipolle. Questi alimenti, infatti, stimolano la funzionalità tiroidea. Per condire gli alimenti sono particolarmente consigliate le alghe secche, lo zenzero ed il curcuma, per le loro proprietà antinfiammatorie ed il loro apporto di iodio. Da limitare, invece, il consumo di cavoletti di Bruxelles, di senape, cavolo, rape, patate dolci, fagioli, arachidi e tutti i prodotti a base di soia, che rallentano invece il funzionamento della tiroide.