Chi soffre di pressione alta dovrà fare particolare attenzione alla propria dieta, evitando di aumentare il rischio di complicanze cardiovascolari, come infarto coronarico o ictus celebrale. È, quindi, necessario ridurre i grassi saturi o idrogenati, ridurre i cibi ricchi di colesterolo come formaggi, ridurre i valori della glicemia se appaiono alterati, aumentare il consumo di fibra e ridurre i picchi glicemici. Vanno eliminati gli insaccati, le carni salate, i pesci in salamoia, i formaggi stagionati, il sale integrale, i vegetali in salamoia, il sale aggiunto e bisogna bere acque minerali povere di sodio.