In caso di calcoli ai reni, la dieta può giocare un ruolo molto importante. Innanzitutto la prima raccomandazione che vede tutti gli specialisti del settore unanimi e concordi è quella di bere molta acqua. In questo modo, infatti, le sostanze che sono presenti nelle urine vengono diluite maggiormente e ci sono minori probabilità che si aggreghino e che formino dei calcoli. Bisogna, però, non esagerare perché l’apporto idrico va comunque proporzionato all’alimentazione e all’attività fisica per non avere degli sbilanci idroelettrolitici. Anche aumentare l’assunzione di acido citrico e evitare invece cibi come carne, interiora e sardine è molto utile.