Con l’estate e le festività alle spalle il senso di colpa delle abbuffate inizia a farsi sentire: per questo motivo, appesa ripresa la solita routine quotidiana si sente il bisogno di rimettersi in forma quanto più in fretta possibile, chiedendo spesso aiuto alle diete. Tra quelle più rapide e brucia grassi si trova la dieta dell’ananas, che permetterà di perdere peso in poco tempo oltre che andare a purificare il proprio organismo.

Questa può essere più o meno restrittiva a seconda della sua durata che può variare da uno fino a tre o quattro giorni ma i risultati sembrerebbero essere promettenti in quanto aiuterebbe non solo a liberarsi dei tanto odiati gonfiori addominali, ma anche a perdere fino a tre o quattro chili in poco tempo.

Come se non bastasse la dieta dell’ananas risulta essere anche particolarmente efficace per chi soffre di ritenzione idrica: è risaputo infatti come il frutto sia un vero e proprio brucia grassi naturale e un portento per liberarsi della tanto odiata cellulite. Tra gli altri benefici, la dieta aiuterà a stabilizzare il proprio organismo in modo tale che questo riesca ad assorbire al meglio tutte le sostanze nutritive che aiutano ad eliminare il grasso corporeo oltre a migliorare anche la digestione. Grazie alla bromelina contenuta nel frutto aiuterà il corpo a digerire le proteine in maniera efficace combattendo i processi infiammatori dell’organismo e andando ad accelerare il metabolismo.

Essendo una “dieta lampo” questa ha una durata piuttosto breve, di massimo tre giorni e per questo potrebbe avere dei pro e dei contro: di positivo c’è che permette di perdere chili in un periodo di tempo relativamente breve, con la possibilità di ripeterla ciclicamente, ma a distanza di almeno un mese l’uno dall’altro.

Di negativo, tuttavia, c’è che se protratto oltre i tre o quattro giorni questa potrebbe provocare dei problemi all’organismo: tra questi ultimi potrebbero verificarsi delle carenze nutritive nonché anche squilibri fisici come irritabilità e debolezza.

Durante la dieta l’ingrediente principale sarà ovviamente l’ananas, che a sua volta potrà essere affiancato da altri cibi come verdure, riso e yogurt: essenziale sarà inoltre cercare di bere almeno un litro e mezzo o due litri d’acqua al giorno per mantenersi sempre idratati insieme ad almeno due tazze di tisane drenanti. Al contrario dovrà essere limitato il sale in favore delle spezie mentre andranno evitati insaccati, formaggi stagionati, carboidrati e ancora bevande energetiche e zuccherine e gli alcolici.

La dieta dell’ananas è sconsigliata nel caso in cui si soffra di diabete, colite ma anche chi possiede disfunzioni renali o epatiche e, ovviamente, a chi è intollerante agli enzimi dell’ananas.

Dieta dell’ananas: un esempio di menù

Come seguire la dieta dell’ananas? Ecco un esempio di menù che si potrebbe seguire suddiviso in cinque pasti tra colazione, spuntino, pranzo, merenda, cena e un ultimo spuntino prima di andare a dormire.

  • Colazione: un vasetto da 150 gr di yogurt magro con ananas a fette e una tazza di tè o tisana a piacere;
  • Spuntino: un bicchiere di succo d’ananas senza zucchero o ananas a fette;
  • Pranzo: 50 grammi di riso bollito, verdure crude o cotte e ananas a fette come frutto;
  • Merenda: un bicchiere di succo d’ananas senza zucchero e una mela;
  • Cena: un vasetto da 150 gr di yogurt magro con ananas a fette e 4 noci;
  • Spuntino: ananas a fette e 4 mandorle.