La dieta della mela verde si basa sul principio di sostituire alternative più caloriche con il consumo di un frutto, in modo da ridurre l’apporto calorico giornaliero di 250/500 calorie. Nella variante più restrittiva, la dieta dura solo 3 giorni e promette di far perdere 2 kg grazie ad una depurazione completa dell’organismo.

Le mele sono in effetti un ottimo alimento per perdere peso: accelerano la fase di dimagrimento e hanno un alto contenuto di fibre, 4-5 gr per mela, che aiuta a bloccare la sensazione della fame. Il  suo basso contenuto calorico ha inoltre permesso a questo frutto di rientrare nel piano alimentare di innumerevoli famose diete e il suo succo,  rinfrescante e dissetante, rende la mela adatta ad ogni stagione.

Ne esistono moltissime varietà in tutto il mondo, distinguibili in base al colore (mele gialle, rosse o verdi). In particolare, la qualità di mela verde più comune è la Granny Smith, variante con un contenuto calorico nettamente inferiore rispetto alle altre (trentotto calorie per cento grammi di frutto), tanto da poter essere consumata, previo consulto medico, anche dai soggetti diabetici. Bisogna però fare sempre attenzione a non confondere le mele verdi, cioè quelle che per la loro varietà assumono questa colorazione, dalle mele acerbe.

Proprietà delle mele verdi

Questo particolare frutto si rivela essere molto più che un semplice snack genuino: numerosi studi evidenziano infatti svariati benefici che si possono trarre dal consumo di mele verdi.

Le mele verdi sono ricche di fibre, come la pectina, indispensabili per il corretto funzionamento dell’intestino. In particolare le fibre solubili hanno un’attività tonificante, antinfiammatoria e astringente per il transito intestinale, mentre quelle insolubili richiamano acqua, che va a rendere le feci più morbide. Le stesse fibre esplicano anche un’azione depurativa dalle scorie, aiutando a prevenire molti disturbi infiammatori e un’azione antiossidante dei polifenoli e dei flavonoidi, che contrastano il danneggiamento delle cellule e dei tessuti, ad esempio in caso di tumori. Le pectine, contenute soprattutto nella buccia delle mele verdi, riescono inoltre ad intrappolare il colesterolo e gli zuccheri in eccesso, che in questo modo non passano nel sangue e vengono eliminati dall’organismo. Quindi il loro consumo riduce i livelli di colesterolo e glicemia, prevenendo patologie a carico del sistema cardiocircolatorio, come ictus, infarti e aterosclerosi, ma inducendo anche un efficace controllo del diabete. Sono ricche di vitamine, soprattutto del gruppo A, B, C ed E , importanti per la salute della pelle e forniscono il giusto apporto di idratazione, agendo dall’interno. Vi si trovano anche minerali, come calcio, ferro, magnesio, fosforo, potassio e un certo numero di proteine. Le mele verdi contengono inoltre enzimi in grado di favorire la digestione, prevenendo disturbi a livello del fegato e di tutto l’apparato gastrointestinale e sono un vero alleato nel depurare l’organismo e nella lotta ai chili in eccesso. Riducono infatti la quantità di colesterolo e di zuccheri assorbiti nel sangue, mentre il piruvato contenuto nella buccia agisce sull’accumulo dei grassi nei tessuti di deposito. Hanno infine un sapore molto dolce, ma presentano pochi zuccheri, soprattutto fruttosio, destrosio e saccarosio, contribuendo a soddisfare la voglia di dolci in caso di dieta.

Dieta della mela verde: menu settimanale

Per evitare di sbilanciare l’apporto di nutrienti, è consigliabile seguire la versione meno restrittiva della dieta della mela verde. Essa ha una durata di 5 giorni e prevede:

Primo giorno

Colazione, pranzo e cena solo mele verdi, per un totale di 1,5 chilogrammi in una sola giornata.

Secondo giorno

  • Colazione: due mele verdi
  • Pranzo: una mela verde, un piatto di insalata verde con due carote e un quarto di cipolla.
  • Cena: solo mele verdi in quantità moderate.

Terzo giorno

  • Colazione: una mela verde, una fetta di pane integrale con una fetta di fesa di tacchino o di pollo
  • Pranzo: una mela, insalata verde con due carote e un quarto di cipolla.
  • Cena: solo mele verdi

Quarto giorno

  • Colazione: una grande mela verde, una fetta di pane integrale e una fetta di pollo ai ferri.
  • Pranzo: una mela, una insalata vegetariana, 200 grammi di arrosto di manzo (magro) o di pollo (senza grasso).
  • Cena: mele verdi in quantità moderate.

Quinto giorno

  • Colazione: una mela verde, un uovo sodo e una fetta di pane integrale.
  • Pranzo: una mela verde, insalata di verdure crude o bollite leggermente, condite con le spezie. 200 grammi di arrosto di manzo o di pollo senza grassi.
  • Cena: mele verdi in quantità moderate.

Photo Credits: Pixabay