Esistono centinaia di diete atte a far perdere peso ma molto spesso è bene ricordare che ne esistono altrettante che, invece, vanno prima di tutto a disintossicare il proprio organismo. Tra queste ultime si trova anche la dieta della mela rossa che già solamente dal nome si può già capire cosa s’intende.

Le proprietà della mela

La mela in generale contengono delle proprietà benefiche per l’organismo umano: prima di tutto sono ricche di antiossidanti – con polifenoli e flavonoidi -, importanti per contrastare l’azione dei radicali liberi che vanno ad aumentare a seconda della propria esposizione ad agenti esterni come smog e inquinamento, ma anche cattive abitudini come il fumo e l’alcol, andando a contrastare gravi malattie come soprattutto i tumori. È importante ricordare che queste sono anche ricche di pectina che aiuta ad eliminare e controllare il colesterolo – così da contrastare anche certe malattie cardiovascolari – e gli zuccheri in eccesso presenti nel sangue – per questo risultano particolarmente indicate per i diabetici – oltre che andare a disintossicare il proprio organismo. La mela, oltre ad essere ricca d’acqua, è anche ricca di vitamine (A, B e C), oltre a minerali – come ferro, calcio, potassio, magnesio e fosforo -, fibre,

Al mondo esistono più di settemila varietà di mele e ciascuna di queste, con i benefici praticamente uguali per tutte, si differenzia dalle altre grazie a diverse caratteristiche che vanno dal gusto più o meno zuccherato alla croccantezza fino al colore.  Proprio quest’ultimo determina il nome della dieta e tra le varietà di mele rosse tra le più conosciute si trovano la Red Chief, la Royal Gala – dal gusto molto dolce e aromatico -, ma anche l’Annurca – dalla polpa bianca, la Red Delicious – rossa intensa, molto croccante e con alto contenuto di triterpenoidi, dalle proprietà antitumorali – e l’nconfondibile Stark Delicious, tra le varietà più diffuse.

Una dieta per disintossicarsi e perdere peso

Come già ribadito, la dieta della mela rossa in genere viene fatta per disintossicare il proprio organismo dalle tossine accumulate in un lungo periodo, specialmente dopo le abbuffate durante i periodi estivi, ma in molti casi questo può portare anche ad una perdita – anche lieve – di peso.

Tuttavia bisogna ricordare che non esiste una dieta della mela rossa specifica ma questa può essere suddivisa tra una più “restrittiva” ed una, al contrario, più “leggera”.

Nel primo caso s’intende ovviamente un regime alimentare solamente a base del frutto, ovviamente in maniera abbondante, che in genere varia da uno a tre giorni a settimana. Qui si può scegliere di consumare mele senza alcun limite di quantità, fino a quando non ci si sente sazi, ma ce ne sono altre che, invece, prevedono un consumo che può andare dai 2 ai 4 chili. Ovviamente, anche se il frutto di per sé ha un alto contenuto d’acqua, si dovrebbe affiancare anche il consumo di quest’ultimo fino agli otto bicchieri, ma in certi casi vengono concesse anche altre bevande, prima su tutte il tè, classico o verde.

Nella variante più leggera, invece, la mela verrà assunta in quantità nettamente minori, e in genere viene affiancata ad un regime alimentare bilanciato che aiuta in ogni caso a bruciare grassi. Qui viene consigliato di consumarne dalle due alle quattro volte al giorno, principalmente durante gli spuntini di mezza mattinata e del pomeriggio, ma in alcuni casi viene aggiunta anche dopo un pasto, specialmente per la cena.

In quest’ultimo caso, dato che la dieta non è proprio restrittiva, la si può affiancare con dell’attività fisica costante, non necessariamente pesante, ma che in ogni caso possa aiutare nella perdita di peso.

Controindicazioni

Non esistono particolari controindicazioni per questo tipo di dieta: ovviamente le versioni più restrittive possono non essere adatte per determinati individui, mentre quelle più leggere in genere possono andare bene per tutti, perché appunto viene affiancata una minima – ma efficace – dose di mele ad una dieta che dovrebbe essere quantomeno bilanciata. In genere, può capitare che in alcuni casi consumando troppe mele si possa incorrere in casi di stitichezza, ma questo può essere “bilanciato” bevendo più acqua al giorno, in modo da andare a regolarizzare e bilanciare al meglio il proprio organismo.

In ogni caso, prima di prendere qualsiasi decisione con qualsiasi tipo di dieta – più o meno restrittiva – è sempre consigliato consultarsi con il proprio medito o delle figure ancor più competenti nel campo come nutrizionisti e dietologi i quali sapranno trovare la soluzione migliore a seconda del risultato che si vuole raggiungere, tenendo conto ovviamente di tutte le caratteristiche dell’individuo, prima su tutte la sua condizione di salute. È del tutto sconsigliato, nei casi in cui la dieta risulti essere più restrittiva, di optare per la dieta in maniera “fai da te” in quanto se non fatta a dovere, risultando bilanciata, potrebbe provocare dei danni alla propria salute.