Torniamo a parlare della dieta del supermetabolismo di Haylie Pomroy, per spiegare come funziona in pratica. Come già scritto si tratta di una dieta che dura solo 28 giorni e prevede tre diverse fasi che si alternano ogni 2-3 giorni, in cicli settimanali. Ogni fase prevede il consumo di cibi differenti e una diversa attività fisica, esistono però alcune regole che vanno rispettate per tutti e 28 i giorni. Ecco nel dettaglio cosa prevede la dieta del supermetabolismo:

10 COSE DA FARE

  1. Mangiare 5 volte al giorno, 35 volte a settimana. Vietato saltare i pasti
  2. Mangiare ogni 3­-4 ore, tranne durante il sonno
  3. Fare sempre la prima colazione entro 30 minuti dal risveglio
  4. Rispettare il programma con scrupolo fino al 28°giorno
  5. Attenersi agli alimenti consentiti in ciascuna fase
  6. Rispettare l’ordine delle fasi
  7. Bere ogni giorno 30 ml d’acqua ogni kg di peso corporeo: 1,5 litri per un individuo di 50 chili
  8. Mangiare possibilmente solo prodotti bio
  9. Scegliere carne senza nitriti e nitrati
  10. Fare esercizio fisico 3 volte a settimana, secondo la fase in cui si è (vedi pezzo di presentazione)

10 COSE DA NON MANGIARE

  1. Niente frumento
  2. Niente mais
  3. Niente latticini
  4. Niente soia
  5. Niente zuccheri raffinati
  6. Niente caffeina
  7. Niente alcol
  8. Niente frutta disidratata o spremute (si invece alla frutta a guscio)
  9. Niente edulcoranti artificiali
  10. Niente alimenti «light» o «dietetici»

Dieta del supermetabolismo: le fasi

FASE I – glicemica
giorni 1 e 2; 8 e 9; 15 e 16; 22 e 23
Oltre alle verdure (carciofi, melanzane, spinaci, asparagi, fagioli, cavolfiore), la dieta in questi giorni si compone anche di frutta (mele, pere, ananas, fragole, anguria, mango, fichi, pesche, arance, kiwi ecc) e cereali, ma non tutti: sono vietati frumento, mais e soia. Via libera, invece, a riso, orzo, farro, quinoa, avena, miglio. Meglio se integrali.
A ciò si aggiunge carne di manzo magra, pollo e tacchino o legumi. In pratica ai due pasti principali si devono consumare una porzione di cereali  più una di proteine e verdure in quantita. A colazione una porzione di cereali e frutta mentre i due spuntini sono a base di frutta. Non vanno consumati grassi aggiunti di alcun genere.

FASE II – proteica
giorni 3 e 4; 10 e 11; 17 e 18; 24 e 25
Fuori frutta e cereali, avanti carni magre, pesce e insaccati magri (purché privi di nitriti e nitrati), restano alcune verdure (verdure in foglia, broccoli, aglio, cavolo), limone e lime. Anche in questa fase non sono ammessi i grassi di cottura o condimento, le cotture di carne e pesce si fanno alla griglia, lesse o in umido. In pratica questa è la fase delle omlette di soli albumi e verdure per la prima colazione e degli spuntini a base di bresaola e salmone affumicato, mentre per i pasti principali sono perfetti gli stufati di carne e verdure.

FASE III – bilanciata e ricca di grassi insaturi
giorni 5, 6 e 7; 12, 13 e 14; 19, 20 e 21; 26, 27 e 28
È la fase ricca di grassi sani, proteine, verdure e frutta poco glicemica (fragole, more , mirtilli, lamponi, arance), sono ammessi anche cereali, ma in quantità limitate (si calcolino delle mezze porzioni).
Si possono mangiare frutta secca e semi, olive e alcuni oli, come olio d’oliva e cocco. Verdure come carciofi, melanzane, spinaci, asparagi, fagiolini, cavolfiore. Per i  cereali via libera a quinoa,riso selvatico,avena mentre per i cibi proteici ok a crostacei, carne di manzo, pollame, pesce e legumi

Un’ultima notazioni sulle porzioni, Haylie Pomroy indica le seguenti:

PROTEINE: 
(in tutte e tre le fasi)

  • Carne 120 g
  • Pesce 170 g
  • Legumi cotti mezza tazza
  • affettati 60g
  • uova: 3 albumi (fase 1 e 2) o un uovo intero (fase 3)

CEREALI:
(solo in fase 1 e 3)

  • 1 tazza di cereali cotti,
  • 30 g di crakers

(in fase 3 dimezzare le porzioni)

GRASSI:
(solo in fase 3)

  • 1/2 avocado
  • 1/4 di tazza di frutta secca
(35-40 g)
  • 2 cucchiai di burro di mandorle o semi di girasole
  • 
2-4 cucchiai di olio per insalata.

FRUTTA (solo in fase 1 e 3):

  • 1 frutto
  • 1 tazza di macedonia preparata
 con i frutti adatti a ciascuna fase

.

VERDURA:
 non ci sono limiti, anzi, più se ne mangia meglio è.

Le porzioni sono riferite a chi ha da perdere 10 chilogrammi o meno. Chi deve perdere di più deve aumentare le porzioni.

Torneremo a parlare di questo regime per riportare pareri e giudizi, perché come ogni nuova dieta anche questa pretende di essere l’ultima panacea del dimagrimento, ma come sempre non tutti sono d’accordo. Nel frattempo chi volesse saperne di più può rivolgersi direttamente al Blog di Haylie.

(foto by InfoPhoto)

LINK UTILI:
Dieta della Luna: digiuni a fasi lunari, ecco come e quando.

Dieta Dukan: scopri le 4 fasi del percorso.

Dieta 10 kg in 1 mese: ecco cosa devi sapere.