Pensata per una rapida perdita di peso eppure sana, tanto da proporsi come regime anti ipertensivo e anti diabetico, questa dieta creata dal medico tedesco Walter Kempner sfrutta le proprietà depurative e sazianti del riso, preferibilmente integrale, ed è perfetta per chi si affaccia al mese di luglio senza ancora aver avvicinato l’obiettivo di peso e di forma auspicabile per l’incombente prova bikini.

Va infatti seguita per un periodo compreso tra le due e le quattro settimane. In più è ricca di frutta e verdura, povera di sale ed equilibrata, perfetta quindi anche per preparare la pelle all’impatto con le prolungate esposizioni al sole (leggi come prepararsi all’abbronzatura).

Certo, richiede un sacrificio, soprattutto perché non è facilmente conciliabile con una vita sociale intensa, ma non si può avere tutto e se l’obiettivo forma è lontano non ci sono molte alternative. Oltre alla dieta del riso potete prendere in considerazione quella del supermetabolismo: 28 giorni e la possibilità di perdere fino a 10 chilogrammi (scopri qui come funziona). Oppure, per chi proprio non può rinunciare alle cene di lavoro o con gli amici, ricordo la 5/2 che, almeno per cinque giorni su sette, consente una certa libertà (vedi qui).

Ecco invece cosa prescrive la dieta del riso: ogni giorno bisogna consumare 4-6 porzioni di verdura, 3-5 porzioni di frutta, 6-11 porzioni di cereali (di cui almeno  6 rappresentate da riso, preferibilmente integrale, bollito senza aggiunta di sale) 1-2 porzioni di latticini magri, da 30 a 90 grammi di carne bianca o pesce, da 0 a 4 cucchiai di olio d’oliva.

Ovviamente è importante intendersi sul concetto di porzione che qui va letta in senso dietetico: per capirci un normale piatto di spaghetti (90 grammi peso a crudo) corrisponde a 3 porzioni di cereali. Per avere un’idea più precisa vi rimando a quanto scritto a suo tempo sulle porzioni della dieta Dash (leggi qui).

La dieta prevede una fase d’attacco di una settimana che serve a disintossicare e riduce al minimo l’apporto di sale e calorie, attestandosi sulle 800 calorie/dì. La si ottiene mantenendosi al numero di porzioni minimo e privilegiando le verdure che si possono consumare crude senza aggiunta di sale. In pratica 3 porzioni di frutta, 4 di verdure, 6 di riso integrale senza sale, 1 porzione di yogurt al giorno più i 4 cucchiai d’olio che in vista dei bagni solari conviene sicuramente includere anche in questa fase. In aggiunta 90 g di pesce, ma solo due volte la settimana.

Dopo la prima settimana, la dieta diviene meno restrittiva e si attesta sulle 1200 calorie/dì. In pratica 5 porzioni di frutta e 6 di verdura, 2 di latticini, 8-11 porzioni di cereali di cui almeno 6 di riso integrale, 4 cucchiai d’olio e una porzione da 90 g di carne bianca o di pesce ogni giorno.

photo credit: *Luana* via photopin cc