La dieta del minestrone può essere considerata a tutti gli effetti un “digiuno” parzialmente modificato, abbastanza impegnativo da affrontare per l’organismo. Nei sette giorni in cui ci si nutrirà prevalentemente di verdure e liquidi, il corpo sarà indubbiamente disintossicato dalle tossine ma lo squilibrio ipoproteico farà presumibilmente perdere anche un po’ massa muscolare, insieme all’odiato grasso. Vediamo quindi come approcciarsi a questo particolare regime dietetico, analizzando metodi, controindicazioni ed eventuali supplementi.

Come noto, le seguenti indicazioni hanno scopo esclusivamente informativo e non intendono sostituire il parere del medico.

La ricetta del piatto è lasciata a discrezione di chi segue la cura dimagrante, purché si tratti di ortaggi prevalentemente “verdi”. Per ridurre al massimo l’assunzione di carboidrati e calorie il minestrone rigorosamente senza pasta non deve infatti contenere patate, legumi, cereali. Per gli ingredienti di base della dieta del minestrone si parla quindi di pomodori pelati, cavoli, verza, sedano, spinaci, peperoni, cipolle e zucchine. Per il condimento della portata è possibile utilizzare dado vegetale e spezie a piacimento, ma un solo cucchiaino d’olio a crudo.

Per quanto riguarda la colazione e gli spuntini della merenda, la dieta consente caffè o tè non zuccherato e frutta a scelta, senza esagerare con le “caloriche” banane. Una sola volta alla settimana è consentito anche assumere yogurt e carne ma il conteggio delle proteine presenti nella lista resta davvero molto basso. Per questo motivo ci sentiamo di consigliare l’assunzione di integratori alimentari come glutammina e aminoacidi ramificati, che supporteranno energia e massa magra in questo periodo di “carestia”.

Dieta del minestrone: esempio di menù

La dieta del minestrone promette una perdita di peso di circa 5 chilogrammi in soli 7 giorni, se si seguono scrupolosamente le dosi degli alimenti. Il menù classico della dieta dimagrante parte in maniera molto rigida per poi reintegrare proteine e carboidrati negli ultimi giorni.

Primo giorno
Colazione: Caffè o tè. Un frutto.
Spuntino: Succo di frutta senza zucchero.
Pranzo: Minestrone. Due mele cotte.
Merenda: Succo di frutta non zuccherato o tè.
Cena: Minestrone. Un frutto a scelta.

Secondo giorno
Colazione: Caffè. Due fette biscottate integrali con marmellata.
Spuntino: Tè.
Pranzo: Minestrone.
Merenda: Tè o caffè.
Cena: Minestrone. 200 g di patate lesse o funghi.

Terzo giorno
Colazione: Tè o caffè. Un frutto a scelta.
Spuntino: Succo di frutta senza zucchero.
Pranzo: Minestrone. Insalata.
Merenda: Succo di frutta senza zucchero.
Cena: minestrone e verdure alla griglia.

Quarto giorno
Colazione: Latte scremato. Una banana.
Spuntino: Tè o caffè.
Pranzo: Uno yogurt greco magro. Una banana.
Merenda: Tè.
Cena: Minestrone. Un frullato.

Quinto giorno
Colazione: Caffè.
Spuntino: Tè.
Pranzo: 300 g di pesce al vapore. Pomodori.
Merenda: Tè.
Cena: Minestrone. 100 g di tonno al naturale.

Sesto giorno
Colazione: Caffè.
Spuntino: Tè.
Pranzo: Una bistecca di manzo. Verdure al vapore.
Merenda: Tè.
Cena: Minestrone: 300 g di petto di pollo alla piastra.

Settimo giorno
Colazione: Caffè.
Spuntino: Succo di frutta senza zucchero.
Pranzo: 150 g di risotto integrale con verdure.
Merenda: Succo di frutta senza zucchero.
Cena: Minestrone. Un frutto.