La dieta a punti (la ex Weigth Watchers) è una strategia alimentare nata negli anni 70 grazie ai lavori del dietologo italiano Guido Razzoli. Recentemente riproposta e rielaborata, costituisce ancora oggi un valido metodo per perdere peso in modo equilibrato e senza troppe rinunce. Essa si basa sul semplice meccanismo di attribuzione di un punteggio ad ogni alimento in base alle calorie, grassi, proteine e fibre che contiene. Sommando i vari punteggi si può così elaborare un menu giornaliero bilanciato e sano, ma sempre vario. Ogni persona, in base all’età, al sesso, alle caratteristiche fisiche ed all’attività svolta, avrà infatti alcuni punti da “spendere” giornalmente, pescando e sommando gli ingredienti dalla lista stilata dal dietologo.

La dieta a punti quindi in sostanza, come tante altre, è una dieta a basso contenuto di carboidrati e a prevalenza proteica, ma se si consumano alimenti non superando i punti previsti dal proprio piano alimentare, si può dimagrire in maniera efficace e duratura, senza dover sottostare a ferree rinunce. Durante questo percorso alimentare diventano inoltre importanti le riunioni ed i gruppi di supporto, con i quali si possono scambiare consigli e sentirsi sostenuti psicologicamente.

Dieta a punti: come funziona

La scelta dei menu quotidiani si basa sul rispetto di un vincolo numerico, stabilito a priori in base al peso della persona. Per intenderci: una donna di 60 kg può spendere in una giornata 18-24 crediti, mentre un uomo di 85 kg ne avrà a disposizione dai 24 ai 29.

Questa la tabella con i punteggi totali da rispettare in base al peso:

Donne:

-     fino a 70 kg da 18 a 24 punti giornalieri

-     da 71 a 80 kg da 20 a 25 punti giornalieri

-     da 81 a 90 kg da a 22 a 27 punti giornalieri

-     da 91 a 100 kg da a 24 a 29 punti giornalieri

-     oltre 100 kg da a 26 a 30 punti giornalieri

Uomini:

-      fino a 80 kg da 22 a 26 punti giornalieri

-      da 81 a 90 kg da 24 a 29 punti giornalieri

-     da 91 a 100 kg da 26 a 30 punti giornalieri

-     da 100 a 110 kg da 28 a 32 punti giornalieri

-     oltre 110 kg da 30 ai 35 punti giornalieri

Ogni alimento costa un certo numero di punti, in relazione alle sue caratteristiche nutrizionali, punteggi riportati nella lunga lista fornita dal dietologo, per cui, ad esempio, la maggior parte della verdure non costa nulla (punteggio pari a zero), mentre 100 grammi di salsiccia ne costano 4. Tenendo sotto mano questi dati, ogni persona può così soddisfare il proprio palato creando il menù che preferisce. Ovviamente nella composizione dei vari piatti occorre avere sempre un occhio di riguardo al punteggio cumulativo, che non deve mai superare quello massimo imposto dalla dieta.

La tabella degli alimenti nella dieta a punti

0 PUNTI

  • FRUTTA: albicocche , mela, nespole, fragole, ribes, mandarini, arance, pompelmo, pesca noce, ananas, kiwi, melone, cocomero.
  • VERDURA: bietole, carciofi, sedano, melanzana, cavolo, broccoli, zucchine, zucca, cipolla, crescione, cavolfiore, cuori di cappuccina, indivia, scarola, asparagi, spinaci, fagioli, pomodoro, carota.
  • BEVANDE: acqua, infusioni di erbe, tè, caffè.

1 PUNTO

  • FRUTTA: 4 albicocche secche, 2 fichi, da 10 a 15 ciliegie, 4 prugne, 1 melograno, 3 fette di ananas in scatola, 1 piccola banana, mezzo mango, 15 chicchi di uva, 1 bicchiere di succo di frutta.
  • CARNE-PESCE-LATTICINI: 1 fetta di prosciutto cotto, 1 cucchiaio di latte condensato, 1 bicchiere di latte scremato, 100 grammi di cozze, 2 fette di tacchino, 2 fette di formaggio da fondere, 4 gamberetti, 2 yogurt scremato.
  • OLIO-MARGARINA-SALSE: 1 cucchiaino di olio, 1 cucchiaino di margarina vegetale, 1 cucchiaino di maionese, 1 cucchiaino di burro.
  • PANE-RISO-FECOLA-PATATE: 2 biscotti integrali, 2 gallette di riso, 1 fetta di pane fresco in cassetta, 1 fetta di pane tostato, 100 grammi di patate lesse, 8 cucchiai di cereali.
  • BEVANDE: 1 Coca Cola (1,5 punti), 1 bicchierino di vodka, 1 bicchierino di liquore dolce, 1 bicchiere di birra analcolica.

3 PUNTI

  • CARNE-PESCE-LATTICINI: una confezione piccola di tonno al naturale, 120 grammi di baccalà, 120 grammi di merluzzo, 120 grammi di orata, 120 grammi di gamberi puliti, 1 uovo, 40 grammi di formaggio bianco, 120 grammi di filetto di vitella, 1 vasetto di yogurt naturale zuccherato o di frutta, 150 grammi di petto di pollo, 120 grammi di petto di tacchino.
  • PANE-RISO-FECOLA-PATATE: 3 cucchiai di fiocchi d’ avena, 5 cucchiai di piselli, 5 cucchiai di legumi cotti, 2 cucchiai di muesli, 50 grammi di pane, 100 grammi di pasta cotta con le verdure, 3 cucchiai di purè di patate.
  • EXTRA: 1 tazza di cappuccino, mezza tavoletta di cioccolata, 1 cucchiaio di confettura di marmellata o di gelatina, 1 crepe, 2 biscotti dolci.
  • BEVANDE: 1 birra, 1 coppa di spumante, 1 bicchiere di vino.

4 PUNTI

  • CARNE-PESCE-LATTICINI: 120 grammi di tonno fresco , 120 grammi di trota, 120 grammi di bistecca di vitella, 100 grammi di salami, 100 grammi di salsicce, 100 grammi di fegato, 1 bicchiere di latte intero, 30 grammi di formaggio groviera, 30 grammi di parmigiano, 30 grammi di Emmental, 120 grammi di filetto di manzo.
  • PANE-RISO-FECOLA-PATATE: 30 grammi di pasta sfoglia, 200 grammi di pasta fresca.
  • EXTRA: 2 palline di gelato, 2 fette di prosciutto crudo, 1 vasetto di yogurt greco

Dieta a punti: esempio di menu giornaliero

Una donna che pesa 70kg ed ha quindi a disposizione 24 punti, in una giornata potrà ad esempio mangiare:

  • colazione: 1 tazza di cappuccino (3 PUNTI); 2 fette di pane fresco in cassetta (2 PUNTI); 1 cucchiaio di marmellata (3 PUNTI).
  • spuntino: uno yogurt scremato (0,5 PUNTI); 1 mela (0 punti)
  • pranzo: 100 grammi di pasta cotta con verdure (3 PUNTI); 2 fette di tacchino (1 PUNTO) con contorno di verdure a scelta tra broccoli, zucchine, indivia, spinaci, carota (0 PUNTI) e un cucchiaino d’olio (1 PUNTO); caffè non zuccherato o con dolcificante (0 punti)
  • spuntino: 1 bicchiere di succo di frutta (1 PUNTO); 1 kiwi (0 PUNTI)
  • cena: 120 grammi di orata (3 PUNTI); zucchine cotte in 1 cucchiaino di olio (1 PUNTO); 1 bicchiere di vino (3 PUNTI); 1 pallina di gelato (2 PUNTI)