La maggior parte dei casi di diarrea si manifesta in seguito all’ingestione di cibo infetto o avariato. La causa risiede in uno stato infiammatorio dell’intestino crasso, condizione che in genere tende a risolversi dopo 1 o 2 giorni. Caratterizzata dalla frequente emissione di feci liquide o semi-liquide, è qualche volta accompagnata da vomito.

CHE FARE IN CASO DI DIARREA

Innanzitutto, è bene assicurare una buona idratazione a tutto il corpo, bevendo acqua o tè con limone oppure soluzioni idratanti in vendita in farmacia. L’uso di farmaci antidiarroici è sconsigliato in quanto essi bloccano la motilità intestinale senza rimuovere la causa della diarrea. Sono controindicati nei bambini; negli adulti vanno sospesi dopo 48 ore se non c’è miglioramento.

RIMEDI FITOTERAPICI

Se si soffre di occasionali scariche, usate infusi di camomilla, mora selvatica (radice) o rovo rosso (foglie). Prendete capsule di peperoncino 2 o 3 volte al giorno e bevete un infuso di zenzero per i dolori addominali. Potete anche prendere la corteccia d’olmo: fate un infuso con 3 cucchiaini per 1/4 di litro d’acqua.

Utili sono anche i succhi di ananas, banana, mela e papaia.

INTEGRATORI

  • Fermenti lattici vivi, 1-2 fiale tutti i giorni, fino al miglioramento dei sintomi. Regolarizzano la flora batterica intestinale.
  • Manganese-cobalto, 1 fiala 2 volte a settimana, per 2-3 mesi. Se la diarrea è di origine infettiva.
  • Zinco, 1 fiala tutti i giorni, alla sera prima di coricarsi. E’ detossificante.
  • Rame-oro-argento, 1-3 fiale a settimana a metà mattina fino alla scomparsa della sintomatologia infettiva. E’ immunomodulatore.

RIMEDI OMEOPATICI

Se la diarrea è provocata da intossicazione o infezione alimentare prendete Arsenicum album 7CH, 3 granuli 8-10 volte nel primo giorno; in base al miglioramento ottenuto, si scende a un paio di assunzioni al giorno. Se la causa della diarrea è pesce avariato, e se l’attacco si manifesta prima di un evento importante: Carbo vegetalis, 5 granuli alla 5CH ogni ora per 6 volte, poi diminuite e sospendete il trattamento non appena si avverte un evidente miglioramento. In caso di diarrea acquosa, senza particolari dolori addominali, ma con senso di stanchezza, prendete China 7CH, 3 granuli 8-10 nel primo giorno; in base al miglioramento ottenuto, si scende a 2-3 assunzioni al giorno.

Con diarrea abbondante associata a crampi addominali e a sudorazione intensa: Vetratum album 7CH, 3 granuli 8-10 nel primo giorno; in base al miglioramento ottenuto, si scende a 2-3 assunzioni al giorno. Nel caso in cui i sintomi siano causati da paura improvvisa oppure siano aggravati dal clima freddo e secco, prendete Aconitum napellus 5CH, 5 granuli ogni ora per 6 volte, poi diminuite e sospendete il trattamento non appena si avverte un evidente miglioramento.

[Attenzione: I rimedi naturali e omeopatici indicati in questi articoli non sono da intendersi come cure medicinali: le dosi e le formule consigliate sono frutto di combinazioni che possono variare a seconda della condizione soggettiva e la loro efficacia dipende dalla sensibilità personale del paziente. Prima di procedere con l'inizio di una cura, se non siete già esperti, consultatevi con un naturopata, un erborista o un omeopata di fiducia che si accerti che non vi siano controindicazioni alla cura. Se il problema persiste o se i sintomi peggiorano, rivolgetevi subito a un medico.]