La dermatite atopica – o eczema – è una malattia della pelle che può presentarsi in qualsiasi fascia di età ma che ha dei picchi di frequenza maggiori nei neonati e nei bambini. Tende a presentarsi con andamenti cronici, a fasi alterne, in cui si può assistere a remissioni totali oppure a riacutizzazioni anche piuttosto gravi. Nel caso in cui colpisca i più piccoli, la dermatite atopica tende a scomparire con l’età dello sviluppo e i ogni caso ad attenuarsi.

Dermatite atopica: come si presenta

La dermatite atopica si presenta soprattutto attraverso l’arrossamento e il prurito in varie zone del corpo. La pelle colpita da questa malattia dermatologica tende poi a diventare secca, ruvida e desquamante in maniera più o meno evidente in base alla gravità della situazione.

A causa del prurito provocato dalla dermatite atopica diventa piuttosto facile avere la tentazione di grattarsi: questo comporta però la formazione di croste ma soprattutto può provocare lo sviluppo di infezioni.

Dermatite atopica: patologie cui è associata

La dermatite atopica è solitamente associata ad altre malattie, atopiche anch’esse (dove per atopia si intende una predisposizione genetica a sviluppare alcune reazioni anafilattiche). Le più comuni sono la rinite allergica, l’asma, l’orticaria, alcune forme di gastroenterite oppure la congiuntivite allergica. La dermatite atopica può essere altresì influenzata fortemente da fattori psichici (stress, emozioni molto forti) oppure da fattori ambientali (ad esempio sostanze irritanti o allergiche) e tende a peggiorare durante le stagioni invernali o primaverili.

Dermatite atopica: cibi da evitare

Prima di passare ad elencare quali sono i rimedi naturali contro la dermatite atopica, è bene ricordare che vi sono alcuni alimenti, che contengono istamina, in grado di aggravare l’infiammazione e il prurito. Il consiglio principale è dunque quello di limitarne o evitarne il consumo. Fra questi vi sono:

  • pomodori crudi, spinaci, fragole, banana, ananas, kiwi, arachidi, nocciole e frutta secca
  • cioccolato;
  • formaggi fermentati (ad esempio il gorgonzola)
  • pesce azzurro (aringhe, sardine, acciughe), salmone e tonno in scatola
  • insaccati
  • albume d’uovo
  • frutti di mare
  • estratto di carne

Dermatite atopica: rimedi naturali

La dermatite atopica e i suoi fastidiosi sintomi possono essere tenuti a bada grazie ad alcuni rimedi naturali. Andiamo a scoprire quali sono i più efficaci da provare:

  • liquirizia – ha potenti proprietà antinfiammatorie ed è in grado di agire in maniera molto analoga ai cortisteroidi. La liquirizia può essere assunta come meglio si crede: in capsule, nel tè, per uso esterno (ad esempio attraverso impacchi)
  • bardana – si tratta di una pianta ricca di minerali, in grado di favorire la distruzione di molti tipi di batteri cutanei. Così come per la liquirizia, può essere assunta in diverse modalità (tintura, tè, capsule o impacchi)
  • tarassaco – è una pianta ricca di vitamine e minerali ma soprattutto di inulina. Può essere assunta anche mangiandone le foglie o cuocendola al vapore
  • avena – si tratta di un grano molto utile per il suo effetto idratante e lenitivo. Fra i modi più efficaci di utilizzarla, si possono bollire due cucchiai in due oppure tre litri di acqua e poi versare la soluzione ottenuta nella vasca da bagno, prima di immergersi
  • bicarbonato di sodio – può essere utilizzato come alternativa all’avena, per fare il bagno in vasca
  • olio extravergine di oliva – ha potenti effetti antinfiammatori, contribuisce ad ammorbidire la pelle e a far diminuire il rossore
  • camomilla – ottima per le sue proprietà sia lenitive sia calmanti, perfetta da usare per gli impacchi da applicare sulle zone interessate dalla dermatite atopica