Non è un rimedio della nonna… si chiama luce-terapia ed è particolarmente indicata per i casi di depressione. Niente medicine, tutto ciò di cui il nostro organismo ha bisogno è semplicemente la luce.

Ne sanno qualcosa svedesi, finlandesi e norvegesi, che vivendo per più di sei mesi con ridottissima quantità di luce, detengono il ben poco invidiabile primato di suicidi europei a causa della depressione.

GLI EFFETTI DELLA LUCE SUL CORPO

La luce del giorno ha infatti un forte potere sull’organismo umano, ed in particolare è la principale causa della produzione nell’organismo umano di vitamina D, una vitamina vitale per il funzionamento corretto dell’organismo, oltre a regolare l’orologio biologico del corpo ed andando a influire sui nostri ritmi di sonno e veglia, sull’appetito, la temperatura, il desiderio sessuale e la produzione di ormoni, inclusa la serotonina, detta anche l’ormone del buonumore. Lunghi priodi passati al chiuso o in zone geografiche con un corto ciclo di luce influiscono pertanto sull’equilibrio del nostro sistema immunitario e inducono alla depressione.

LA LUCE-TERAPIA

La luce-terapia consiste nel sottoporsi alla luce di una lampada speciale a fluorescenza a tutto spettro (ovvero una luce bianca molto brillante) che non contiene i raggi UV (usati invece nelle lampade abbronzanti). La luce del giorno ha all’incirca 5000 lux, mentre la luce delle normali lampade ne ha tra 500 e i 1000. Per avere un effetto terapeutico, queste lampade devono avere almeno 2500 lux.

GUARIRE DALLA DEPRESSIONE CON LA LUCE

Studi scientifici confermano che la deprivazione di luce conduce alla depressione. Si chiama SAD (Seasonal Affective Disorder) e può essere curata in modo efficace e senza medicinali con la luce-terapia.