Il segreto per avere denti sempre perfetti sembra arrivare dagli squali, che avrebbero la capacità di rigenerare la propria dentatura man mano che questa perde pezzi. Insomma, sarebbe un modo per non dover ricorrere necessariamente alle cure di un dentista che vada poi a fissare un impianto e ad incollare un dente creato artificialmente in laboratorio da un odontotecnico. In pratica, alcuni ricercatori dell’Università di Sheffield avrebbero individuato il meccanismo responsabile della rigenerazione dei denti negli squali.

Questo meccanismo sarebbe possibile grazie alla presenza della lamina dentaria costituita da cellule epiteliali che sono presenti anche nell’uomo. È proprio quest’ultimo particolare ad aver acceso nei ricercatori la speranza che un meccanismo simile possa essere in qualche modo stimolato anche nell’essere umano. La rigenerazione nell’uomo sembra infatti attivarsi soltanto una volta nella vita, ossia quando si passa dai denti da latte ai denti che pi resteranno per tutta la vita (salvo estrazioni, carie e così via…).

Gli squali, invece, possono avere contemporaneamente fino a tremila denti sviluppati su più file e nel corso della loro esistenza arrivano a perderne e pi a rigenerarne almeno trentamila. Quelli persi accidentalmente o per qualsiasi altra ragione, riescono infatti a crescere nuovamente nel giro di qualche mese. Se tale meccanismo, favorito dalla presenza delle stesse cellule responsabili di esso, potesse essere attivato in qualche modo anche nell’uomo, potrebbe essere una scoperta davvero rivoluzionaria nel mondo dell’odontoiatria. In realtà queste cellule epiteliali nell’uomo perderebbero di vigore con il passare del tempo e quindi occorrerebbe intervenire in soggetti in fase adolescenziale, per cercare di rinvigorirle con cure e terapie odontoiatriche già in giovanissima età. Una sorta di prevenzione insomma.