I datteri sono un frutto ricco di proprietà benefiche per il nostro organismo: sono ricchi di ferro, vitamine, sali minerali e contengono zuccheri naturali, che li rendono adatti per dolcificare alimenti e bevande. Possono inoltre aiutare in caso di raffreddore e irritazioni alle vie respiratorie, grazie alle loro proprietà antinfiammatorie, mentre il consumo regolare di datteri può contribuire ad abbassare il colesterolo. Tipici dell’Africa mediterranea e dei paesi dell’Asia occidentale, i datteri costituiscono una buona fonte di fibre vegetali, contribuendo così al buon funzionamento del sistema digestivo e sono una fonte di energia immediata per l’organismo. Rappresentano infine una buona fonte di potassio e risultano allo stesso tempo poveri di sodio. Ciò li rende utili per favorire il buon funzionamento del cuore e della circolazione del sangue.

Quel che ancora non si sapeva è però che questo prezioso frutto sarebbe anche un valido alleato per tenere lontano il cancro: mangiare datteri aiuta a proteggere l’organismo dai tumori, è quanto emerso dallo studio condotto dalla Qassim University (Arabia Saudita) e pubblicato sulla rivista International Journal of Clinical and Experimental Medicine. Dalla review è infatti emerso che i datteri contengono alti livelli di antiossidanti, che impediscono ai radicali liberi di danneggiare le cellule, processo che può portare a sviluppare un cancro. In particolare – hanno rilevato i ricercatori – questi frutti sono ricchi di polifenoli , antiossidanti che contribuiscono a ridurre il tasso di prevalenza e mortalità per cancro e di betaglucani, sostanze in grado di ridurre la crescita dei tumori negli animali.

Le proprietà nutrienti dei datteri hanno mostrato un’attività anti-tumorale, ma l’esatto meccanismo di azione dei datteri e dei loro nutrienti nella prevenzione dei tumori non è ancora conosciuto con esattezza” ha spiegato il Dr. Arshad H Rahmani, ricercatore presso la Qassim University. Serviranno dunque ulteriori ricerche per chiarire meglio il funzionamento di tale meccanismo.

In attesa di ulteriori approfondimenti, il consiglio è di non rilegare il consumo di datteri al solo periodo natalizio, ma di introdurli nella dieta quotidiana, magari come spuntino pomeridiano o sfizioso dopo pasto. L’unica cosa cui prestare attenzione rimane il loro contenuto calorico: 277 calorie ogni 100 grammi! I datteri fanno quindi bene alla salute sotto molti punti di vista, bisognerebbe consumarli con maggiore regolarità, ma occhio alla quantità!

photo credit: Franco Folini via photopin cc