Il mal di gola è un processo infettivo-infiammatorio che coinvolge la faringe, ma può  anche estendersi alle zone attigue, compromettendo così naso, laringe e tonsille causando dolore ed irritazione alla mucosa della gola, accentuati da tosse e deglutizione. Similmente alle malattie influenzali, il mal di gola è un disagio molto diffuso tra la popolazione mondiale e tende a recidivare più volte nell’arco dell’anno. L’intensità di questo disturbo varia a seconda della causa e ad esso si  accompagnano di solito rossore, infiammazione e, nei casi in cui il mal di gola sia legato a stati influenzali e virali, può presentarsi insieme a raffreddore, mal di testa, sinusite, otite e febbre.

Il mal di gola può essere di natura virale o batterica (soprattutto legato allo streptococco), ma anche causato da aria eccessivamente secca o umida, fumo, reflusso acido, allergie, respirazione a bocca aperta e abuso della gola (cantare, gridare, tosse). In altri casi il mal di gola diviene il biglietto da visita di morbillo, varicella e rosolia.

Se il disturbo si lega a sintomi quali febbre, dolori muscolo-articolari, o si protrae da giorni, allora è consigliato un consulto medico; qualora invece il mal di gola si presenti in forma più lieve è possibile curarlo con i rimedi naturali.

Mal di Gola in Estate

Il mal di gola può colpire anche in estate, quando gli sbalzi termici, dai caldi ambienti esterni a quelli interni, in cui l’aria condizionata è al massimo. Per prevenirlo è utile portare sempre con sé una sciarpa o un foulard per coprirsi collo e spalle, quando si entra in luoghi climatizzati o sui mezzi pubblici.

I sintomi più frequenti del mal di gola estivo, dovuto alla troppa esposizione all’aria condizionata sono, soprattutto: gola ruvida o secca, arrossata, difficoltà nella deglutizione, calo della voce e difficoltà nel parlare e deglutire ed anche, nei casi più estremi, febbre e linfonodi ingrossati.

I rimedi naturali più efficaci sono, l’utilizzo di oli essenziali oppure malva, timo o salvia, da utilizzare per tisane o decotti, oppure per preparare suffimugi.

Alimentazione in caso di mal di gola

In caso di mal di gola è consigliabile seguire un’alimentazione antinfiammatoria, eliminando cibi confezionati, bevande zuccherate, latte e derivati e carne rossa. Da preferire invece cereali integrali, legumi, semi oleosi, frutta e verdura di stagione. Se il mal di gola è poi accompagnato da afonia è buona norma aumentare il consumo di cipolla cruda aggiunta alle insalate, mescolata con il pomodoro o mangiata da sola condita con olio e aceto, da abbinare a gargarismi di acqua e sale seguiti dall’assunzione di un cucchiaio di succo di limone spremuto.

Propoli

 Il rimedio naturale più famoso per trattare il mal di gola è la propoli, sostanza marrone, dall’odore e dal sapore agrodolce, prodotta dalle api per riparare le crepe che si verificano nei loro alveari. L’uso della propoli per scopi medicinali era già diffuso nelle civiltà dell’antico Egitto e della Grecia dove, grazie alle sue proprietà antisettiche e curative, veniva utilizzata in applicazioni per combattere numerose malattie. Studi successivi hanno poi confermato che la propoli combatte alcuni tipi di batteri, funghi e lieviti, rivelandosi un ottimo alleato contro otiti, faringiti, sinusiti, infezioni urinarie e parodontite. E’ possibile acquistare la propoli sotto forma di tintura madre, che può essere impiegata sia per uso interno (diluita con un po’ d’acqua), sia per uso esterno, ma molto efficaci sono anche i pezzetti di propoli pura, da masticare (due o tre pezzi al giorno) fino a remissione dei sintomi. E’ anche possibile fare gargarismi a base di propoli diluendo il contenuto di tre fiale in un bicchiere d’acqua.

Gargarismi

Per calmare il mal di gola sono consigliati diversi tipi di gargarismi, come ad esempio quelli a base di tè al lampone: versare 1 tazza di acqua bollente su 2 cucchiaini di foglie secche. Lasciare in infusione  per 10 minuti, filtrare e lasciare raffreddare leggermente. Se il mal di gola è accompagnato da febbre è anche possibile utilizzare la bevanda al lampone come rimedio per abbassare la temperatura, bevendone una dose due volte al giorno. Molto efficaci si rivelano anche i gargarismi con curcuma: mescolare 1 tazza di acqua calda, 1/2 cucchiaino di curcuma e 1/2 cucchiaino di sale; procedere quindi con i gargarismi due volte al giorno (attenzione, la curcuma macchia i vestiti). Valida alternativa è infine una soluzione salina con 1/2 cucchiaino di sale in una tazza di acqua molto calda.

Rimedi fitoterapici

Le piante utilizzate nella cura delle affezioni alla gola, hanno generalmente azione antinfiammatoria per le mucose e antisettica del cavo orale.

Cannella: un ottimo rimedio naturale contro il mal di gola è costituito da una tisana a base di cannella (acquistabile direttamente in polvere o sotto forma di stecca), pepe, ingrediente curativo ben conosciuto nella tradizione Ayurvedica, ma spesso sottovalutato in occidente, e miele. In un pentolino di acqua bollente sciogliere  2 cucchiaini di miele, 2 o 3 di cannella e un pizzico di pepe. Sorseggiare quindi come come se fosse un buon tè caldo: il sapore è ottimo, il profumo speziato libera le vie respiratorie e le proprietà della cannella agiscono riducendo l’infiammazione.

Pompelmo: l’estratto dei suoi semi costituisce uno dei rimedi fitoterapici più potenti contro le infezioni. Risulta particolarmente idoneo in caso di malattie da raffreddamento, per cui è indicato per mal di gola, tosse, otite, raffreddore, influenza, ma anche per le infezioni batteriche e fungine a carico delle alte vie aeree.

Malva: i fiori e in particolare le foglie di questa pianta sono ricche di mucillagini, conferendole proprietà emollienti e antinfiammatorie. Il principio attivo agisce rivestendo le mucose con uno strato vischioso che le protegge da agenti irritanti. Per questo motivo la malva è indicata contro il mal di gola e nelle forme catarrali delle prime vie aeree.

Rosa canina: ottimo rimedio per rinofaringiti, tracheobronchiti e tonsilliti. Viene efficacemente impiegato per alzare le difese immunitarie negli stati infiammatori acuti e localizzati a carico delle mucose e degli epiteli.

Aromaterapia per il mal di gola

Gli oli essenziali utilizzati per il mal di gola svolgono un’azione antisettica e antibiotica che protegge la gola dalle infezioni e agisce da decongestionante della mucosa dando sollievo anche sull’infiammazione. Vanno assunti nella quantità di 2 gocce, unite ad un cucchiaino di miele, 2-3 volte al giorno, oppure si possono diffondere tramite bruciatori (1 goccia per mq) nell’ambiente in cui si soggiorna.

Olio essenziale di timo: è uno dei rimedi elettivi nelle affezioni delle vie respiratorie e malattie da raffreddamento. Aiuta a fluidificare ed espettorare il catarro e sfiamma le congestioni del cavo orale, della gola, delle mucose polmonari e nasali.

Olio essenziale di mirto: ben tollerato anche dai bambini, ha un effetto mucolitico, espettorante e fluidificante del catarro; aiuta inoltre a decongestionare la gola infiammata in caso di raffreddore e bronchite.

Olio essenziale di mirra: antisettico e antimicotico è impiegato per risolvere i disturbi legati alla bocca quali mal di gola, ma anche gengiviti, stomatiti, piorree e afte.