Uno studio presentato da un gruppo di ricercatori dell’Istituto Nazionale dei Tumori di Milano ha identificata la molecola che agisce intossicando e distruggendo le cellule tumorali del carcinoma papillare della tiroide, il più comune dei tumori che colpiscono la ghiandola (scoperto come si diffonde il tumore: leggi tutto).

Questa molecola agisce facendo “ubriacare“ le cellule tumorali di liquido extracellulare fino a farle scoppiare.Si tratta di un processo definito “metuosi”, dalla parola greca che significa “bere fino all’intossicazione”. I ricercatori spiegano che la molecola in questione rappresenta quindi una potenziale strategia terapeutica (disturbi della tiroide: ecco le cure).

Inoltre, considerando che nel caso delle cellule tumorali queste sono più frequentemente resistenti all’apoptosi, l’aver identificato l’esistenza di un meccanismo alternativo che ne provoca la morte, è di sicuro interesse anche per altre patologie tumorali (scopri la nuova cura per il cancro al cervello).

photo credit: bitca via photopin cc