I crampi muscolari sono dolorosi spasmi dei muscoli volontari che colpiscono di solito le gambe, i piedi e le mani (è il caso del “campo dello scrittore”). Ne soffrono spesso coloro che usano sempre gli stessi muscoli, con movimenti ripetitivi. La maggior parte dei crampi muscolari si verifica di notte, durante il riposo, e colpisce le gambe, specialmente i muscoli del polpaccio, e i piedi.

Il muscolo si contrae improvvisamente, causando violento dolore locale che può durare alcuni minuti. La cattiva circolazione contribuisce al verificarsi di crampi alle gambe.

CHE FARE IN CASO DI CRAMPI MUSCOLARI

L’applicazione di compresse calde e fredde può essere utile per migliorare l’apporto di sangue ai muscoli interessati dal campo. Si raccomanda inoltre una dieta ricca di vitamine e minerali, in particolare verdura a foglie verdi, soia, noci, latte, yogurt, cereali integrali e semi di sesamo e girasole.

RIMEDI FITOTERAPICI

Sorbus domestica (gemme), macerato glicerico, stimola la circolazione venosa: 50 gocce al mattino; Castanea vesca (gemme), macerato glicerico, drenante linfatico: 50 gocce a mezzogiorno; Popolus nigra (gemme), macerato glicerico, stimola la circolazione: 50 gocce a cena.

Sono utili contro i crampi muscolari anche gli estratti secchi di alcune piante: ippocastano, amamelide, rusco, ginkgo. La dose da assumere è di 2 capsule al giorno, con abbondante acqua minerale naturale. Il trattamento deve durare per 2 o 3 settimane consecutive.

INTEGRATORI

  • Manganese-cobalto, 1 fiala al giorno 3 volte a settimana, per cicli di 6 mesi, ripetibili dopo brevi pause. Utile contro i disturbi circolatori.
  • Cobalto, 1 fiala 3 volte a settimana, alternandolo a manganese-cobalto. Regolatore del sistema neurovegetativo.

RIMEDI OMEOPATICI

  • Per i crampi alle dita delle mani di chi suona il piano o digita sulla tastiera del computer, Plumbum metallicum.
  • In caso di campi insopportabili alla schiena e ai polpacci, associati spesso a bruciore dei piedi, Chamomilla.
  • Quando i crampi si presentano durante la notte e senza cause apparenti, Nux vomica.
  • Per i campi detti “degli sportivi” quando sono in sovraffaticamento, Lacticum acidum.

Tutti i rimedi vanno assunti alla 5CH, sciogliendo in bocca 3-5 granuli per le situazioni recidivanti.

AROMATERAPIA

Mettete nell’acqua del bagno 3 gocce di olio essenziale di maggiorana, 3 di basilico e 1 di citronella. Oppure mescolate le essenze in 20 ml di un olio per massaggi (è indicato anche l’olio di oliva o di vinaccioli) e massaggiate a 2-3 volte al giorno se il problema si dovesse ripresentare. E’ indicato anche l’olio essenziale di geranio d’Africa: ponete 3 gocce di olio essenziale di geranio d’Africa in 1 cucchiaio di crema Rescue Remedy dei fiori di Bach (la trovate in farmacia o in erboristeria) e utilizzate il mix per massaggiare la zona interessata.

[Attenzione: I rimedi naturali e omeopatici indicati in questi articoli non sono da intendersi come cure medicinali: le dosi e le formule consigliate sono frutto di combinazioni che possono variare a seconda della condizione soggettiva e la loro efficacia dipende dalla sensibilità personale del paziente. Prima di procedere con l'inizio di una cura, se non siete già esperti, consultatevi con un naturopata, un erborista o un omeopata di fiducia che si accerti che non vi siano controindicazioni alla cura. Se il problema persiste o se i sintomi peggiorano, rivolgetevi subito a un medico.]