Seguire una corretta dieta in gravidanza è fondamentale per garantire un buono stato di salute per mamma e bambino. Non solo l’ alimentazione deve essere ben bilanciata e garantire l’ apporto di tutti i nutrienti necessari alla crescita del feto, ma bisogna anche fare molta attenzione a non consumare quegli alimenti che, al contrario, potrebbero nuocere al suo sviluppo. In cima alla lista dei cibi da evitare durante la gravidanza troviamo quindi quelli che possono veicolare agenti patogeni come Listeria monocytogenes, Toxoplasma gondii, Escherichia coli e Salmonella, responsabili di patologie a carico del feto. Altri alimenti sono invece sconsigliati poiché potenziale veicolo di germi responsabili di infezioni o tossinfezioni alimentari; altri ancora poiché poco salutari. Ecco dunque un elenco completo di cosa non mangiare in gravidanza.

Da evitare durante tutti i nove mesi di gestazione sono:

  • Uova crude o poco cotte
  • Frutta e verdura cruda non lavata
  • Frutti di bosco surgelati
  • Germogli crudi
  • Salumi
  • Fegato (compresi paté, salsicce di fegato e fegatini)
  • Carne cruda (es. tartare o carpaccio)
  • Salsicce fresche e salami freschi
  • Succhi di frutta non pastorizzati
  • Latte crudo non pastorizzato e prodotti derivati
  • Formaggi molli e semimolli (es. tome, tomini freschi)
  • Formaggi erborinati (es. Roquefort e Gorgonzola)
  • Pesce crudo, poco cotto o marinato
  • Pesce affumicato
  • Pesce che potrebbe contenere un’ alta quantità di mercurio (es. pesce spada, marlin e sgombro)
  • Crostacei
  • Frutti di mare crudi

E’ inoltre consigliabile cercare di limitare al minimo il consumo di:

  • caffè
  • bibite gassate
  • bevande con zuccheri aggiunti
  • alcolici e superalcolici
  • cioccolato
  • cibi processati con zuccheri (es. merendine)
  • cibi pronti o congelati
  • ketchup e salse varie
  • cibi fritti
  • cibi con un elevato contenuto di sodio