Il mal di testa è uno dei disturbi più comuni di cui tutti, prima o poi nella vita, possono soffrire, con maggiore o minore frequenza. Ma cosa accade, esattamente, nel cervello, quando si soffre di mal di testa? Alcuni neurologici italiani sarebbero riusciti addirittura a fotografare l’esatto momento in cui, nel cervello umano, iniziano a presentarsi tutti i sintomi che poi scoppiano nell’emicrania. Queste incredibili “fotografie” sono state possibili soltanto grazie all’uso di un macchinario molto sofisticato, una risonanza magnetica funzionale che sarebbe stata in grado di catturare i significativi momenti.

La risonanza avrebbe fotografato le aree della corteccia visiva nelle quali si manifesterebbe una serie di scintille o di macchie nere in coloro che soffrono di mal di testa. Cosa che invece non dovrebbe accadere, in teoria, in coloro che non soffrono frequentemente di tale disturbo.

mal di testa risonanza

Come ha spiegato Antonio Russo, coordinatore del  Centro cefalee dell’Azienda ospedaliera: “I risultati del nostro studio permettono di osservare più profondamente questo diffuso mal di testa e di distinguere l’emicrania con e senza aura, caratterizzate da un diverso coinvolgimento delle aree cerebrali“.

Alla spiegazione di Russo fa eco anche Gioacchino Tedeschi, direttore della prima Clinica neurologica della Seconda Università di Napoli, secondo cui: “Il nostro studio conferma che l’aura emicranica è presente quanto vi è un’intensa attività dei neuroni, dapprima focalizzata nelle aree che controllano la visione e poi diffusa attraverso la corteccia cerebrale“.