Molti esperti concordano nel dire che eliminare la carne dalla propria dieta sia il modo migliore per diminuire sensibilmente la possibilità di ammalarsi e di avere delle patologie  a carico dell’apparato cardio-circolatorio o di quello digerente.

Sono molte le prove a favore dell’alimentazione vegetariana, ma, per essere sicuri di avere solo dei benefici, è necessario seguire delle regole ben precise. Vediamone alcune.

In primo luogo è importante informarsi. Parlare con il proprio medico o con uno specialista è importante per capire le specifiche esigenze dell’organismo e per essere sicuri di scegliere una dieta adatta.

Allo stesso tempo, non bisogna passare in un sol colpo da una dieta onnivora ad una vegetariana. Il passaggio deve essere graduale per permettere al corpo di abituarsi al nuovo regime.

La frutta, che è parte integrante di ogni dieta vegetariana, ha una grande quantità di zucchero, quindi è meglio prediligere le verdure e limitarsi ad una o due porzioni di frutta al giorno. Fate attenzione anche alla provenienza delle proteine: consumare troppi latticini può essere dannoso per l’organismo. Lo stesso può accadere con i carboidrati, che sono richiesti dal corpo in mancanza di proteine animali. È sempre meglio scegliere cereali integrali e non mangiarne più di una porzione al giorno.

Ricordate poi  che ogni organismo ha delle specifiche esigenze e prima di iniziare, consultate sempre un esperto.